Salvini stuzzica Conte: «Sei lo statista con il ciuffo»

Dura la critica di Matteo Salvini nei confronti di Giuseppe Conte. I due si attaccano a distanza da settimane: la provocazione del leader della Lega.

Matteo Salvini e Giuseppe Conte
Matteo Salvini e Giuseppe Conte

Matteo Salvini attacca nuovamente Giuseppe Conte e lo fa dopo un’interrogazione parlamentare volta nel fare luce sul passato dell’attuale capo di Governo e sulla carriera universitaria. «Altro che inesistenti scandali o rubli che arrivano da Mosca. Un presidente dovrebbe la settimana prossima venire a riferire in Parlamento su un fatto sconcertante: ovvero l’utilizzo privato e personale dei servizi segreti. Sarebbero stati usati, appunto, per incontrare dei ministri di Paesi stranieri su dossier particolarmente importanti». Il leader della Lega indica Conte come “signor ciuffo Conte” o “lo statista con il ciuffo” parlando della nuova maggioranza 5 Stelle-Pd.

Salvini contro Conte

La vicenda dei presunti rubli donati alla Lega è ancora in corso di accertamento ma Salvini si dichiara certo della propria innocenza. «Conte da avvocato del popolo è passato a fare l’avvocato del ciuffo. A Milano è stato spernacchiato dagli imprenditori, che gli hanno detto esattamente quello che la Lega è pronta a fare per tagliare le tasse e dare una scossa positiva all’economia del Paese. Giuseppi, tu che hai la coscienza pulita, viene a spiegare in Parlamento. Racconta agli italiani cosa è successo – dichiara Salvini – e smentisci o meno quello che i giornali stanno dicendo, altro che inesistenti scandali o rubli che arrivano da Mosca. Questo – conclude – è uno scandalo di una gravità inaudita. E vediamo se i giornali e i tg ne parleranno».