Matteo Salvini accolto in Campidoglio con un mojito

Matteo Salvini ha manifestato davanti al Campidoglio e Massimo Bugani, capo dello staff della Raggi, ha risposto portandogli un mojito.

Salvini accolto in Campidoglio con un mojito
Salvini accolto in Campidoglio con un mojito

Matteo Salvini ha manifestato il proprio dissenso verso il Governo davanti al Campidoglio. Massimo Bugani, capo dello staff della Raggi, ha risposto portandogli un mojito. Quest’ultimo, assieme all’assessore al Personale Antonio De Santis e al capogruppo M5S Giuliano Pacetti, ha preparato un cocktail con l’intento di portarlo all’ex Ministro. I tre erano accompagnati da un seguito munito di cartelli con la scritta “Questo non è il Papeete”. Altri cartelli invece recitavano: “Non era un mojito ma un Moscow Mule”, “Dal mojito al white russian è un sorso”, “Salvini chiacchierone Roma non ti vuole”.

Matteo Salvini accolto in Campidoglio con un mojito

Alla politica dell’arroganza rispondiamo con il sorriso. Avevamo preparato anche il white russian e il moscow mule, ma un buon mojito non si nega a nessuno“, ha detto Massimo Bugani sulla propria pagina Facebook. A lui l’onore, infatti, di reggere il vassoio. Invece, l’assessore De Santis ha scritto: “Oggi abbiamo rivissuto l’ebbrezza estiva del Papeete grazie alla visita di Matteo Salvini in Campidoglio”.

“Poco fa Salvini è arrivato in Piazza del Campidoglio accompagnato da qualche leghista convinto di essere al Papeete. Basta chiacchiere da Ministro non hai fatto nulla. Roma aspetta ancora i poliziotti che avevi promesso”, ha chiosato invece il capogruppo Pacetti. Non si è fatta comunque attendere la risposta dei leghisti: “Giggino portaci da bere”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.