Fioramonti: tutti gli insulti del “Ministro delle Merendine”

Bufera sul ministro dell'istruzione Lorenzo Fioramonti. Il Giornale ha ripreso i suoi post su Facebook in cui insultava Forze dell'Ordine, donne e avversari politici. Fratelli d'Italia ne ha chiesto le dimissioni.

Il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti è ora sotto un forte attacco mediatico dopo l’inchiesta de Il Giornale, che ha elencato tutti gli insulti del “Ministro delle Merendine”, così come è stato recentemente soprannominato, anche dallo stesso quotidiano. Un elenco lungo, fatto di insulti dilazionati nel tempo, che disegna un profilo poco lusinghiero di Fioramonti. Insulti contro le donne, contro le Forze dell’Ordine e addirittura “commenti ironici” sui terremotati dell’Aquila.

Fioramonti e gli insulti scritti su Fb

Il quotidiano è risalto fino al 2013, quando Fioramonti era Professore associato di Economia politica all’Università di Pretoria, in Sud Africa. Qui attaccava quotidianamente Daniela Santanché, un po’ per le sue idee politiche “berlusconiane” un po’ per il suo aspetto fisico. “Demente bugiarda e venduta”, scriveva Fioramonti. Se fossi una donna, le sputerei in faccia”. Poi l’attuale Ministro ha iniziato a prendersela con le Forze dell’Ordine. Dopo aver visionato il film Diaz, che parla dei fatti del G8 di Genova, ha detto: “La polizia, allora come oggi, sembra più un corpo di guardia del potere. Invece che una forza al servizio dei cittadini”.

Gli agenti, affettivamente, appaiono come il suo bersaglio preferito. “Quei pochi poliziotti per bene”, scriveva. E, nel caso del ferimento del Carabiniere Giangrande, diceva: “Mi meraviglio che abbiano sparato a un solo poliziotto”.

Ma la lista è lunga. Berlusconi veniva descritto come iettatore. Lo riteneva responsabile di molte tragedie. Responsabile dell’11 Settembre 2001 a New York, e del terremoto de L’Aquila. Il leader di Forza Italia era stato definito quindi “l’imperatore della sfiga”. Fioramonti poi parlava di Giuliano Ferrara descrivendolo come “un’altra m…”.

Richiesta di dimissioni

Dopo ciò che ha svelato Il Giornale, è arrivata immediatamente la richiesta di dimissioni. L’ha avanzata da Fratelli D’Italia. “FIORAMONTI SI DIMETTA! – tuona Giorgia Meloni in un post -. Deliranti e ripugnanti i post dell’attuale Ministro dell’Istruzione pubblicati oggi dal quotidiano Il Giornale, nei quali Fioramonti inneggia alla morte dei carabinieri, vomita insulti sessisti contro una donna impegnata in politica e ironizza sulla tragedia del terremoto dell’Aquila”.

Fratelli d’Italia esprime piena e incondizionata solidarietà alle nostre Forze dell’Ordine, ai cittadini che hanno vissuto sulla loro pelle il dramma del sisma e alla senatrice Daniela Santanchè, contro la quale colui che oggi dovrebbe decidere sull’istruzione dei nostri figli vomitava insopportabili volgarità. Ci aspettiamo la condanna di tutte le forze politiche, senza se se senza ma, e ci aspettiamo che il premier Conte, sempre attento a chiedere rispetto per le istituzioni, pretenda le dimissioni di una persona così palesemente indegna di rappresentare la Nazione”.

?VERGOGNA FIORAMONTI:DIMISSIONI SUBITO! Ascoltate e fate sentire a tutti gli indegni insulti sui social del Ministro dell'Istruzione. Questa persona dovrebbe insegnarci come educare i nostri figli?

Pubblicato da Giorgia Meloni su Giovedì 3 ottobre 2019
Giorgia Meloni