Ius culturae, Saviano si oppone al Pd: «È una vergogna»

Lo scrittore Roberto Saviano ha fortemente criticato quanto dichiarato dal Pd in merito allo Ius cultura. Duro l'attacco al Partito Democratico.

Ius culturae, l'idea di Roberto Saviano
Ius culturae, l'idea di Roberto Saviano

Roberto Saviano interviene sulla decisione riguardante lo ius culturae e attacca il Partito Democratico. Lo scrittore ha fortemente criticato quanto avvenuto negli ultimi giorni e lo ha fatto mediante il proprio profilo Facebook. Il riferimento di Saviano riguarda anche le riflessioni pronunciate da Alessia Morani. «Con queste posizioni il Partito Democratico collasserà. Premetto che lo ius culturae è un principio sacrosanto ed una legge di grande civiltà ma riprendere ORA il dibattito sull’approvazione di questo provvedimento è un errore».

Ius culturae, la posizione di Roberto Saviano

«Prima non era il momento adatto per lo ius soli per non scontentare Angelino Alfano. Oggi non lo è perché Salvini potrebbe approfittarne. Dispiace per le migliaia di ragazze e ragazzi italiani che vivono, studiano e amano in Italia, la cui vita rimarrà sospesa fino a quando il “sentiment” dei partiti politici dovesse mutare. Provo profonda vergogna – conclude – per queste furbe posizioni giustificate in maniera ridicola».