Suicidio assistito, Salvini con la Cei: «Assolutamente contrariato, la vita è sacra»

Matteo Salvini è intervenuto dalla tappa di Passignano sul Trasimeno: le elezioni regionali in Umbria e il suicidio assistito.

Suicidio assistito, le parole di Matteo Salvini
Suicidio assistito, le parole di Matteo Salvini

Matteo Salvini continua il proprio tour in giro per l’Italia. Dopo la vicenda riguardante il suicidio assistito di dj Fabo, il leader della Lega si è detto contrario a una legge di questo tipo. Il commento è giunto dalla tappa di Passignano sul Trasimeno: domenica 27 ottobre si svolgeranno in Umbria le elezioni regionali.

Matteo Salvini e la tematica del suicidio assistito

«l suicidio per legge non lo approverò mai. Per quello che mi riguarda – ha detto il leader della Lega – la vita è sacra. Lo Stato che legittima il suicidio, come altri progetti di legge (tipo lo spaccio di droga), non è il mio Stato».

La nota della Cei

Anche la Cei ha espresso un parere assolutamente contrario alle decisione della Corte Costituzionale. I vescovi infatti hanno chiesto in una nota di concedere ai medici la possibilità dell’obiezione di coscienza. «Si può e si deve respingere la tentazione, indotta anche da mutamenti legislativi, di usare la medicina per assecondare una possibile volontà di morte del malato, fornendo assistenza al suicidio o causandone direttamente la morte con l’eutanasia», spiega la nota. «I Vescovi italiani si ritrovano unanimi nel rilanciare queste parole di Papa Francesco. In questa luce esprimono il loro sconcerto e la loro distanza da quanto comunicato dalla Corte Costituzionale», continua. Inoltre, i vescovi «confermano l’impegno di prossimità e di accompagnamento della Chiesa nei confronti di tutti i malati», nell’attesa che «il passaggio parlamentare riconosca nel massimo grado possibile questi valori, anche tutelando gli operatori sanitari con la libertà di scelta».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.