Sondaggi politici elettorali La7, Renzi supera Berlusconi: Lega sempre in testa

I sondaggi politici elettorali del 23 settembre, in onda durante il Tg su La7, evidenziano in cima la Lega di Matteo Salvini.

Sondaggi politici elettorali La7 del 23 settembre
Sondaggi politici elettorali La7 del 23 settembre

Enrico Mentana, durante il Tg in onda su La7, ha parlato degli ultimi sondaggi elettorali. Resta in testa la Lega di Matteo Salvini ma continua a salire anche Fratelli d’Italia guidata da Giorgia Meloni. Dopo l’avvio di Renzi e della nuova Italia Viva il Pd perde qualche consenso mentre il nuovo partito conquista terreno, anche se si tratta di poco in termini percentuali. Il Movimento 5 Stelle, invece, staziona più o meno sulla stessa lunghezza d’onda delle precedenti settimane. Da segnalare che le intenzioni di voto, viste le intenzioni di voto indicate da Swg, mostrano Renzi al 5,4%: l’ex Pd ottiene più consensi rispetto a Forza Italia di Sivio Berlusconi.

Sondaggi politici elettorali La7 del 23 settembre

I sondaggi politici elettorali, evidenziati da Swg per La7, evidenziano una novità. Il primo sondaggio, dall’avvio di Italia Viva, mette in mostra il superamento del nuovo partito di Renzi rispetto a Forza Italia in termini numerici. Italia Viva si attesta al 5,4% nelle intenzioni di voto mentre il partito di Berlusconi per terreno. La Lega, secondo i sondaggi di La7, al 33,7% con un -0,4% rispetto ai precedenti sondaggi. Il Partito Democratico perde due punti percentuali passando dal 21,5% al 19,4% facendo registrare un -2,1%. Il Movimento 5 Stelle staziona al 20% (-0,5%). A seguire Italia Viva (5,4%) e Forza Italia con il 5,1%. Fratelli d’Italia passa dal 6,7% rispetto al 7% di una settimana fa. Cambiamo con Giovanni Toti al 2%, +Europa all’1,7% mentre i Verdi si fermano anch’essi al 2%.

Sondaggi del 16 settembre

La Lega sorride ai sondaggi di La7 del 16 settembre attestandosi al 34%. Il partito di Matteo Salvini ha così recuperato un mezzo punto percentuale in una settimana (dal 9 al 16 settembre). Il Movimento 5 Stelle scende al 20,5%. Il Partito Democratico scende invece al 21,5% dopo. Fratelli d’Italia ha raggiunto il 7% mentre Forza Italia invece si ferma al 5%. Cambiamo di Giovanni Toti si attesta al 2,1%, La Sinistra al 2,2% e +Europa ferma al 2,5%.