Giorgia Meloni: “Noi siamo il secondo partito di centrodestra”

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, ha chiuso la festa di Atreju ribadendo il ruolo e l'importanza del suo partito all'interno del centrodestra.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha chiuso la festa di Atreju ribadendo il ruolo e l’importanza del suo partito all’interno del centrodestra. “I soldoni dei flussi elettorali ci davano al 2,4 per cento, dicevano che saremmo stati fagocitati e, invece, ora Fratelli d’Italia è il secondo partito di centrodestra e secondo gli ultimi sondaggi siamo oltre l’8 per cento”.

Giorgia Meloni da Atreju

Il governo del ribaltone di palazzo nasce a Strasburgo – ha aggiunto la Meloni dal palco -. Lì daremo la più grande battaglia per la sovranità italiana. Non vogliamo maggiordomi ma orgogliosi rappresentanti del popolo italiano”. Poi la leader di Fratelli d’Italia parla di Matteo Renzi e della sua mossa di creare un nuovo partito. “Ci dicono che siamo sovversivi – ha detto la Meloni -. Difenderemo sempre Dio Patria e famiglia: fatevene una ragione“. Renzi chiama il suo partito “Italia viva, invece di andare al voto. Renzi è campione mondiale di faccia di bronzo”.

Tuttavia, Giorgia Meloni si è rivolta anche a Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia e storica figura chiave del centrodestra, una figura adesso vista forse troppo in disarmo. “Serve un patto anti inciucio, basta ambiguità” ha detto, rilanciando un accordo contro gli inciuci. La leader di Fdi chiede in particolare al Cav di “chiarire” la sua linea politica.