Matteo Renzi: “Lascio il Pd, ma rientrano D’Alema, Bersani e Speranza”

Matteo Renzi spiega la sua decisione di lasciare il Pd, dove ormai si sentiva un intruso. E per questo, ha fondato "Italia viva"

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Matteo Renzi ha le idee chiare sul suo addio al Pd, e ai suoi detrattori risponde: “Italia viva” vuole parlare alle persone non al Palazzo. Noi vogliamo riportare le persone ad appassionarsi, a impegnarsi nella politica”.

Matteo Renzi spiega perchè lascia il Pd

Intervistato da “Tutta la città ne parla”, su Radio Rai Tre, Matteo Renzi ha sottolineato come dopo “sette anni di impegno diretto in prima fila“, non ci sia stato un giorno “in cui io non sia stato bersagliato dal fuoco amico”. E come sia possibile lo spiega così: “I litigi e le divisioni hanno avuto la meglio sulle idee”. E’ stata proprio questa l’orgine della sua scelta di lasciare il Pd. Infatti, racconta, “a fronte di tutto questo, come due persone che le hanno tentate tutte per cercare di restare insieme, mi sono detto ‘per quale motivo io devo continuare come un intruso nella storia della Ditta che nei prossimi mesi si riprenderà D’Alema, Bersani e Speranza?'”. “Invece faranno senza di noi”, conclude.