Scissione Pd, Renzi: “Per me, strada nuova da percorrere”

La scissione dal Pd ormai è un dato di fatto e Matteo Renzi ha comunicato la decisione al premier Conte, assicurandolo però del sostegno al governo

Matteo Renzi
Matteo Renzi

La scissione dal Pd dei renziani è stata ufficializzata con una telefonata di Matteo Renzi al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per informarlo della decisione. Ma ha anche dichiarato che il suo sostengo al governo non verrà meno.

Le parole di Renzi sulla scissione dal Pd

Su Facebook, Renzi spiega: “Ho deciso di lasciare il Pd e di costruire insieme ad altri una Casa nuova per fare politica in modo diverso”. “Dopo sette anni di fuoco amico penso si debba prendere atto che i nostri valori, le nostre idee, i nostri sogni non possono essere tutti i giorni oggetto di litigi interni. La vittoria che abbiamo ottenuto in Parlamento contro il populismo e Salvini è stata importante per salvare l’Italia, ma non basta”, sottolinea. E rilancia: “Adesso si tratta di costruire una Casa giovane, innovativa, femminista, dove si lancino idee e proposte per l’Italia e per la nostra Europa. C’è uno spazio enorme per una politica diversa. Per una politica viva, fatta di passioni e di partecipazione. Questo spazio attende solo il nostro impegno”.

E da buono scout dichiara: “Per me c’è una strada nuova da percorrere. Lo faremo zaino in spalla, passo dopo passo”. “La politica richiede proposte e coraggio, non solo giochi di corrente. Noi ci siamo. Offriamo il nostro entusiasmo a chi ci darà una mano. Offriamo il nostro rispetto a chi ci criticherà. Ma offriremo soprattutto idee e sogni per l’Italia di domani“. “Ci vediamo alla Leopolda”, conclude.