Franceschini: “Per la Cultura serve Commissario europeo”

Dario Franceschini, ha incontrato oggi, martedì 17 settembre, a Milano, il Ministro della cultura della Repubblica federale tedesca, Michelle Müntefering.

Franceschini insieme a Stefano Boeri (foto di repertorio)

Il Ministro per i beni e le attività Culturali, Dario Franceschini, ha incontrato oggi, martedì 17 settembre, a Milano, il Ministro della cultura della Repubblica federale tedesca, Michelle Müntefering. L’incontro è avvenuto in occasione del convegno organizzato dal Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea Villa Vigoni. I Ministri  hanno espresso il loro comune intento “di rafforzare la cooperazione tra Italia e Germania nelle politiche culturali”. In modo di “farle diventare centrali nelle scelte dell’Unione europea.”

Franceschini: “Serve Commissario europeo per la Cultura”

Franceschini, nel corso del suo intervento, ha stigmatizzato l’assenza di un commissario europeo che si occupi esclusivamente di cultura. “E’ un limite e un errore che va corretto. Soprattutto – ha detto – perché in Europa investire in cultura significa investire anche in economia. Se ci sedessimo al tavolo con qualunque altro Paese nel mondo come Europa, saremmo infinitamente più forti.”

I due Ministri, durante l’incontro, si sono poi soffermati sulle possibili forme di collaborazione in materia di design, arte contemporanea, moda e formazione culturale.

Alla fine del convegno, il Ministro Franceschini ha ringraziato il Presidente della Fondazione La Triennale di Milano, Stefano Boeri, per aver ospitato l’iniziativa e con il quale si è intrattenuto per confrontarsi sui prossimi impegni della Fondazione, in particolare sul Museo del Design.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.