Brunetta: “Economia tedesca in stagnazione, a farne le spese siamo noi”

Renato Brunetta parla della recente stagnazione dell'Economia tedesca, precisando che a farne le spese saranno anche le esportazioni italiane.

Renato Brunetta
Renato Brunetta

Renato Brunetta parla della recente stagnazione dell’Economia tedesca, precisando che a farne le spese saranno anche le esportazioni italiane. “La fiducia dei tedeschi nel futuro della loro economia continua a essere negativa. Gli indicatori elaborati dall’istituto di ricerca ZEW e pubblicati oggi mostrano, infatti, un deciso peggioramento dell’indice relativo al sentiment sulla situazione economica attuale“.

Brunetta sull’economia tedesca

L’ex Ministro della Pubblica amministrazione poi continua: “Per osservare valori analoghi bisogna tornare addirittura al giugno del 2010, quando la Germania si trovava ancora nel mezzo della Grande Recessione mondiale.

“Un po’ meglio, invece, l’indicatore di sentimento economico – prosegue Brunetta -. Sempre nel mese di settembre, è salito a -22,5 punti, dai precedenti -44,1 punti, un dato migliore dell’atteso -38,0. La Germania si trova attualmente in una fase di stagnazione e il prestigioso istituto IFO ha già detto che sarà molto probabile che l’economia entrerà in recessione tecnica nel terzo trimestre dell’anno, dal momento che si attende che il Pil dello stesso trimestre calerà del -0,1%, dopo il -0,1% fatto registrare nel secondo. La crescita del Pil per il 2019 dovrebbe quindi attestarsi soltanto al +0,5%, come stimato dallo stesso istituto”.

Per l’Italia non sono buone notizie

Ma cosa significa la stagnazione dell’economia tedesca con l’Italia? Brunetta, responsabile economico di Forza Italia, spiega: “Per l’Italia, che statisticamente cresce molto meno di Berlino, non sono ovviamente buone notizie. Il rallentamento dell’economia tedesca, causato in larga parte dalla crisi industriale, soprattutto manifatturiera, provoca una forte riduzione delle esportazioni per le nostre imprese fornitrici. La Germania è il primo partner commerciale europeo del nostro Paese”.

Inoltre – conclude –, la pesante crisi dell’auto tedesca sta avendo effetti pesantissimi anche sul nostro comparto dell’acciaio. Rischia di chiudere i battenti, dato il forte calo della domanda mondiale che si sta registrando. Un’altra grana per il nuovo Governo giallo-rosso”. 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.