Festa della Lega Pontida, Salvini: “Questa è l’Italia che vincerà”

La festa della Lega a Pontida ha regalato molti colpi di scena e qualche polemica. Il discorso di Matteo Salvini era il più atteso e non ha deluso le aspettative.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

La festa della Lega a Pontida ha regalato molti colpi di scena e qualche polemica. Il discorso di Matteo Salvini era il più atteso e non ha deluso le aspettative. “Questa è l’Italia che vincerà”, ha principiato il leader, rivolgendosi al suo popolo. “L’odio e la paura non abitano qui”, continua. “Qua non ci sono poltronari, ma donne e uomini con valori. Siate determinati e coraggiosi ma pazienti”, aggiunge facendo riferimento al governo formato da M5S e Pd. Sfideremo traditori chiusi nei palazzi. Non andremo mai con il Pd finché campiamo, neanche per mille poltrone”.

Si tengano pure le poltrone, io mi tengo l’onore, l’affetto, la dignità e la voglia di Futuro di un Popolo straordinario! GRAZIE #Pontida, viva l’Italia vera! ??

Pubblicato da Matteo Salvini su Domenica 15 settembre 2019

Festa della Lega Pontida

Salvini è anche tornato sulla necessità di riformare la legge elettorale in senso maggioritario. Per questo vuole un “referendum per fare chiarezza, basta inciuci. Chi prende un voto in più deve governare”. Il leader della Lega si prepara anche per le prossime elezioni in Umbria, dove Di Maio ha già proposto una lista civica, raccogliendo l’attenzione di Dario Franceschini. “Mettetevi insieme quanto volete tanto il popolo non è scemo e vi manda a casa. Si può cambiare fronte ma io non cambio, non finisco a insultare le persone con cui ho lavorato, ma mi spiace che la rivoluzione del M5S si trasformi in una svendita di poltrone in Umbria, andando con il cappello in mano, per posti da consigliere e assessore”, risponde Salvini.

E ancora: “Ci riprenderemo i ministeri con gli interessi, oggi li cedo ai traditori. Da questo palco noi diciamo mai a sinistra, mai con il Pd finché campiamo, neanche se ci offrissero mille poltrone. I sussurri con la Merkel e con Macron li lasciamo ai traditori del popolo. Nella foto fra Conte e la Merkel uno dei due ha difeso gli interessi del suo popolo, uno ha svenduto il futuro del suo popolo. Il popolo italiano non è schiavo di nessuno”, quest’ultima frase Salvini la declina in francese, tedesco e inglese.

Infine ritrova spazio anche il contrasto all’immigrazione clandestina: “Ci sono stati 200 sbarchi a Lampedusa nelle ultime ore. Schiavisti, razzisti e colonialisti stanno a sinistra. Io non vedo l’ora di andare a processo per guardare Carola a testa alta”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.