Federico D’Incà, chi è il nuovo Ministro per i Rapporti con il Parlamento

Federico D'Incà è il nuovo Ministro per i Rapporti con il Parlamento scelto da Giuseppe Conte. Il politico ha sposato da tempo i 5 Stelle.

Federico D'Incà
Federico D'Incà (foto Facebook)

Federico D’Incà è stato nominato Ministro per i Rapporti con il Parlamento dal capo di Governo, Giuseppe Conte. L’esponente politico, dopo la fiducia dei senatori presentata alla nuova maggioranza, ha commentato all’Ansa le proprie impressioni alla domanda sulla formazione del nuovo esecutivo. «Credo che durerà fino al 2023 come scadenza naturale – ha esordito D’Incà -. Sono convinto che sarà un Governo in grado di fare delle cose buone per il Paese. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, offre un punto di riferimento per gli italiani. Siamo una squadra formata da giovani, con una età media di 43 anni, e guardiamo il futuro con grande sicurezza e ottimismo».

Federico D’Incà, la carriera del nuovo Ministro

Federico D’Incà nacque a Belluno il 10 febbraio 1976. Laureato in “Economia e Commercio” all’Università di Trento, ha lavorato come analista dei sistemi informatici. Passione per la coltivazione degli ortaggi con tanto di orto creato ad hoc nella propria zona di residenza. Attivo in politica prima della nascita del Movimento 5 Stelle mediante una lista civica presentata a Trichiana (provincia di Belluno). Elezioni alla Camera dei deputati nel 2013 sempre con i pentastellati. Nel 2017 divenne il promotore del referendum per l’Autonomia. Dopo un anno nuova elezione sempre con i 5 Stelle. Adesso prende il via la carica istituzionale al Ministero per i Rapporti con il Parlamento.

Visionando il proprio sito Internet si dichiara come una persona «vicina al pensiero di Adriano Olivetti. Lettore appassionato di politica economica e di filosofia, interessato al mercato finanziario e all’economia reale».