Sergio Costa, gli obiettivi del Ministro dell’Ambiente

Sergio Costa è stato riconfermato al Minstero dell'Ambiente per il suo secondo mandato nell'esecutivo Conte bis, e ha chiari i suoi obiettivi

Sergio Costa (Facebook)
Sergio Costa (Facebook)

Confermato al Ministero dell’Ambiente Sergio Costa, già Ministro nel primo governo Conte. Napoletano, Generale di birgata dell’Arma dei Carabinieri, Sergio Costa si è distinto negli anni 2000 per l’indagine sui rifiuti tossici interrati dai Casalesi nella Terra dei Fuochi.

Chi è il Ministro Sergio Costa

Sergio Costa si è laureato in Scienze Agrarie, con un master in Diritto dell’Ambiente. Entrato poi a far parte del Corpo Forestale, è stato accorpato all’Arma nel 2017. Si è occupato delle discariche abusive nel Parco del Vesuvio, conducendo poi indagini sul traffico internazionale di rifiuti in collaborazione con la Direzione Nazionale Antimafia.

Nel 2018, durante le trattative per la formazione della squadra di governo gialloverde, il nome di Costa è stato fatto da Luigi Di Maio per il Ministero dell’Ambiente. Una volta insediatosi al Ministero, ha messo l’Ambiente al centro di un dibattito sempre più ampio. Così ha lanciato la campagna #plasticfree, con l’intento di abolire l’uso della plastica usa e getta dal Ministero. E tra le battaglie che ha portato avanti, e che intende continuare, c’è sicuramente quella per il riclico.

Gli obiettivi del secondo mandato

E non appena riconfermato al sui Ministero, Costa ha reso chiare le sue intenzioni, sottolineando: “Il futuro è nelle nostre mani”. “Le nostre priorità saranno il contrasto al cambiamento climatico, che è la sfida delle sfide per il futuro nostro e dei nostri figli e nipoti”, ha detto il giorno prima di prestare giuramento davanti al Presidente della Repubblica.

“Lavoreremo senza sosta per le bonifiche, per contrastare i roghi tossici, perché mai più Terra dei Fuochi debba affrontare un’estate come questa trascorsa, e sono sicuro che con questa squadra di governo riusciremo ad affrontarlo, insieme alle istituzioni locali. Chiaramente continueremo la battaglia plastic free, riducendo i rifiuti, e recependo velocemente la direttiva europea, per proteggere i nostri mari”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.