Paragone si decide: “Non mi dimetto, ma non voto la fiducia”

Gianluigi Paragone, senatore del Movimento 5 stelle, ha finalmente chiarito la sua posizione nei confronti del nuovo Governo giallo-rosso.

Paragone divide il Movimento 5 Stelle
Paragone divide il Movimento 5 Stelle (foto repertorio)

Gianluigi Paragone, senatore del Movimento 5 stelle, ha finalmente chiarito la sua posizione nei confronti del nuovo Governo giallo-rosso. “Io la fiducia a questo governo non la darò”. Questo significa, ovviamente, che non si dimetterà da senatore, come aveva invece promesso in caso di un’intesa tra Pd e Movimento 5 stelle. “Resto della mia idea, il mio sarà un no politico“.

Paragone non voterà la fiducia

È chiaro – continua – che, come ho già detto, rispetto il giudizio di chi ha votato sulla piattaforma Rousseau. Quello è il mio popolo e io sono un vero populista. Sarò il meno duro possibile ma non posso votare la fiducia. Il mio sì non c’è, vedrò come fare per essere coerente con quello che penso e con quello che la base del M5S ha deciso”.

Poi parla dei Ministri di questo Governo: “Il ministro che mi piace di meno di questo governo? Sicuramente Roberto Gualtieri, che è uno dei custodi della liturgia europeista. E siccome io non sono uno stretto osservante di questa liturgia, dirò no alla fiducia al Conte bis”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.