Governo 5 Stelle-Pd, la soddisfazione di Renzi: «Parlamenti 2 – Populisti 0»

Matteo Renzi e la manovra
Matteo Renzi e la manovra (foto AdnKronos)

Matteo Renzi, senatore del Partito Democratico, parlare della situazione politica del Paese. Il Pd ha quasi raggiunto un accordo con il Movimento 5 Stelle per la formazione del nuovo Governo. Lo stesso esponente del Pd ha parlato anche della situazione nel Regno Unito. Problemi di stabilità politica in Uk, complice la situazione della Brexit, e altrettanti in Italia dove la crisi di Governo agostana si è trasformata in un Governo quasi ex novo. «Uk e Italia dimostrano in queste ore che le Istituzioni sono una cosa seria, più forti di Boris Johnson e di Salvini. Parlamenti 2 – Populisti 0».

Renzi critica Johnson e Salvini, al vaglio il Governo con i 5 Stelle

Renzi, mediante il proprio tweet, tende a criticare l’operato di Boris Johnson e quello di Matteo Salvini in merito alle rispettive gestioni politiche. Da un lato la richiesta di sciogliere il Parlamento, e la conseguente perdita della maggioranza. Dall’altro, invece, l’aver scatenato una crisi di Governo dalla quale, però, uscirà una nuova intesa politica e non elezioni anticipate.

Paragone dopo il voto sulla piattaforma Rousseau

Nel frattempo, però, il senatore Gianluigi Paragone ha espresso su Facebook ciò che è emerso dopo il voto sulla piattaforma Rousseau che ha decretato una percentuale positiva per Governo 5 Stelle-Pd pari al 79,3% dei consensi. «Una splendida comunità ha indicato una direzione politica chiara. Ho giocato la mia partita senza risparmiarmi, convinto di tesi anti-sistema e consolidate nel MoVimento. Nel rispetto di questa comunità deciderò di conseguenza. La mia forte criticità – conclude Paragone – resta intatta ma tutte le volte che ho perso non ho mai portato via il pallone impedendo agli altri di giocare».