Cda Rai, si viaggia verso una nuova maggioranza: in bilico la posizione di Foa

La posizione di Marcello Foa è alquanto delicata con l'avvio della nuova maggioranza di Governo formata da 5 Stelle e Pd. Previsto a breve un Cda in Rai.

Cda Rai, in bilico Marcello Foa
Cda Rai, in bilico Marcello Foa (foto AdnKronos)

Possibile una nuova maggioranza nel Cda della Rai dove l’AdnKronos parla di una forte opposizione nei confronti di Marcello Foa. Diversi consiglieri, infatti, ritengono che lo stesso sia inadatto nel ruolo ricoperto. Si valuta in viale Mazzini una possibile rimozione di Foa. Il 12 settembre, intanto, è in programma il prossimo consiglio di amministrazione. Al vaglio vi sono diverse ipotesi e anche strategie.

Cda Rai, traballa la posizione di Marcello Foa

Le strade al momento sono due e non emergono ulteriori ipotesi a riguardo. La prima sembra essere quella di annullare il voto in quanto il Pd crede che due schede della seconda votazione siano nulle: questo elemento potrà aver luogo con la formazione del Governo 5 Stelle-Pd. La seconda, invece, attendere la sentenza del Tar del Lazio sul ricorso presentato dalla consigliera Rita Borioni contro il secondo voto sulla nomina di Foa come presidente.

In queste ore, però, si continua a riflettere su altri possibili percorsi, nella consapevolezza che la situazione sarebbe comunque complessa perché Foa resterebbe in ogni caso consigliere di amministrazione. Tutto questo a meno che non gli venga prospettato un altro ruolo fuori dalla Rai talmente allettante da portarlo a lasciare viale Mazzini autonomamente.

Commissione di Vigilanza Rai, le ipotesi

Con la formazione del Governo 5 Stelle-Pd a cambiare sarebbe la maggioranza. In questo caso vi sarebbero 14 parlamentari del Movimento, 7 del Pd nel ruolo di fiancheggiatori, oltre a due di Liberi e Uguali e Pier Ferdinando Casini. Nessun problema per Barachini di Forza Italia in quanto rappresentante di minoranza.