Governo, il centrodestra si divide sulla scelta delle manifestazioni in piazza

La piazza invocata dalla Meloni e da Salvini mentre Forza Italia non ci sta: il nuovo Governo affrontato diveramente dal centrodestra.

Governo, centrodestra diviso sulle piazze
Governo, centrodestra diviso sulle piazze (foto AdnKronos)

Il centrodestra fa registrare momenti di forte tensione dopo l’avvio, per un sempre più imminente, Governo 5 Stelle-Pd. Matteo Salvini e Giorgia Meloni, rispettivamente leader di Lega e Fratelli d’Italia, hanno invocato la partecipazione a manifestazioni di piazza per opporsi alla scelta della nuova maggioranza. Forza Italia, invece, si è detta contraria alla scelta. Nel frattempo Conte ha inteso dare vita alla consultazioni con tutti i i partiti: la Lega non sarà presente con Salvini bensì con i sottosegretari uscenti Claudio Durigon e Lucia Borgonzoni. Stessa cosa dicasi per il partito della Meloni.

Governo all’orizzonte, la tensione del centrodestra e le consultazioni di Conte

Per Forza Italia non è escluso che possa esserci Silvio Berlusconi anche se la delegazione di partito potrebbe comunque rimanere con Maria Stella Gelmini, Anna Maria Bernini e Antonio Tajani. L’ex numero uno del Parlamento Europeo ha dichiarato all’AdnKronos quanto concordato con Berlusconi: «Noi siamo all’opposizione ma siamo per la democrazia parlamentare e rispettiamo le istituzioni».