Governo Conte, Belle Grillo: «Ministri competenti e non politici»

Beppe Grillo, uno dei fondatori del Movimento 5 Stelle, ha commentato il nuovo Governo di Conte. Il comico si è espresso sul futuro ministeriale.

Beppe Grillo
Beppe Grillo

Beppe Grillo, dopo la scelta del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha scritto un post per analizza la giornata relativa al secondo giro di consultazioni. Uno dei fondatori del Movimento 5 Stelle ha commentato quanto accaduto: «Questa è l’occasione di dimostrare a noi stessi e agli altri che le poltrone non c’entrano nulla. I ministri vanno individuati – dichiara Grillo – in un pool di personalità del mondo della competenza. Essi deve essere assolutamente al di fuori della politica».

La visione di Grillo e l’avvento del nuovo Governo di Conte

«Questa crisi somiglia sempre di più ad un guasto dell’ascensore. Quello che conta è mantenere la calma, non fare puzze e non dimenticare chi siamo. È assolutamente normale ed atteso che ogni accenno ad un ministero si trasformi in una perdita di tempo condita da cori di reciproche accuse di attaccamento alla poltrona. Questo perché un po’ di poltronofilia c’è. Sopratutto, però, non ci sono i tempi né per un contratto e neppure per chiarirci su ogni aspetto, anche fintamente politico, delle realtà che i ministeri dovranno affrontare».

L’auspicio di Beppe Grillo è quindi indirizzato verso un approccio mirato nell’offrire incarichi a persone competenti.