Emanuele Filiberto di Savoia: «Ne ho visti di tutti i colori… mancava il giallorosso»

Emanuele Filiberto di Savoia non ci sta e attacca la formazione del nuovo Governo guidato dal Movimento 5 Stelle e dal Partito Democratico.

Emanuele Filiberto
Emanuele Filiberto

Emanuele Filiberto di Savoia torna a parlare del Governo 5 Stelle Pd, dopo aver scatenato non poche polemiche sui social, e lo fa mediante il proprio profilo Facebook. L’erede dei Savoia non vede di buon occhio la nuova maggioranza e lo ha dichiarato a più riprese.

Emanuele Filiberto di Savoia e il Governo 5 Stelle Pd

Emanuele Filiberto si è così espresso: «Se l’Italia fosse un aereo, bisognerebbe consigliare i passeggeri di allacciarsi ben strette le cinture di sicurezza e di distribuire su larga scala medicinali contro la nausea. Tra capovolgimenti, frenate e acrobazie di ogni tipo, noi passeggeri abbiamo il voltastomaco».

«65 governi in settant’anni: una media di 1,1 governi all’anno. Voi cosa ne pensate, può essere stabile la rotta della nostra Patria in mano a questi “piloti”? Dopo i brogli referendari del 1946, governi balneari, ribaltoni e inciuci “responsabili” di partito, pensavamo di averne viste di tutti i colori, invece ne mancava uno: il giallorosso. Auguri a chi si sta sedendo al posto di comando, pur senza passare attraverso il voto degli Italiani (…) Perfino io che non ho conosciuto la Monarchia la rimpiango».