Giorgetti: “Governo sarà la morte del Pd e del M5s in una botta sola”

Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, è intervenuto alla festa della Lega ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo.

Giancarlo Giorgetti
Giancarlo Giorgetti

Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, è intervenuto alla festa della Lega ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo. “Questo governo sarà la morte del M5S e del Pd in una botta sola – ha dichiarato -. Dovremo aspettare sei mesi, uno, due o quattro anni. Ma tra quattro anni al massimo il M5S e il Pd non avranno più la faccia di presentarsi di fronte al Paese”. E ancora: “Senza Conte non sarebbero riusciti a fare questo governo. Paradossalmente è un governo tecnico come quello di Monti in cui M5S e Pd si annullano”.

Giorgetti e “l’errore della Lega”

Poi osserva: “L’errore fondamentale di Salvini e della Lega è stato vincere le elezioni europee con il 34%. Salvini dopo le elezioni europee è diventato il nemico numero uno in Italia e non solo e sono iniziate alcune cosette, incidenti di percorso tesi a delegittimare Salvini, come la Russia”.

Giorgetti rimane infatti convinto che alla fine un Governo si farà: “Penso che faranno il loro bel governo non in nome del popolo italiano ma contro il popolo italiano. Auguri“. Infine qualche parola su Giuseppe Conte: “E’ una persona preparata e competente ma politicamente acerba, anche se sta imparando. Senza Conte non si sarebbe mai formato un governo contro Salvini. Credo che lui non fosse neanche molto d’accordo e penso che volesse fare un passaggio elettorale, ma sarà costretto a fare l’alfiere di una manovra di palazzo e a diventare da avvocato del popolo ad avvocato di palazzo“.