Consultazioni Governo, Autonomie: «Ben venga nuova maggioranza ma alcuni di noi si asterranno»

Il Gruppo delle Autonomie ha aperto il secondo giro delle consultazioni di Governo. Il Südtiroler Volkspartei ha annunciato di astenersi dal voto.

Consultazioni Governo, incontro con il Gruppo delle Autonomie
Consultazioni Governo, incontro con il Gruppo delle Autonomie (foto Quirinale)

Il secondo giro di consultazioni, per la formazione di un nuovo Governo, ha preso piede per l’ultimo atto di giornata prima della scelta del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La tensione è alta complice le numerose indiscrezioni che parlano di un accordo tra Movimento 5 Stelle e Pd non ancora del tutto definito. Diversi altri partiti, invece, hanno chiesto di andare alle urne per permettere ai cittadini di poter dare il via alle elezioni anticipate (ipotesi novembre). Resta comunque il fatto che l’accordo di Governo 5 Stelle-Pd dovrebbe essere cosa quasi fatta: il condizionale, in questi casi, è però d’obbligo.

Consultazioni Governo, le parole del Gruppo delle Autonomie

Nel frattempo è giunto al Quirinale il Gruppo Parlamentare “Per le Autonomie (SVP – PATT -UV)” del Senato della Repubblica per parlare con lo stesso Mattarella. Dopo il colloquio la delegazione ha rilasciato alcune dichiarazioni agli organi di informazione. «Il Gruppo delle Autonomie – dichiarano – ha voglia di dare vita a un Governo con una parte importante per lo sviluppo dell’Europa. Le Autonomie voteranno per la fiducia ma precisiamo che una parte di noi si asterranno. Questo è quanto farà il Südtiroler Volkspartei. Dal nostro punto di vista – continuano – crediamo vi sia la necessità di dare vita a un Governo forte e duraturo».

Le Autonomie non hanno visto di buon occhio quanto attuato dopo il via all’ufficializzazione della crisi di Governo. «La crisi – continuano – ha messo a dura prova la stabilità politica del Paese. Chiediamo garanzie anche come rappresentanti delle minoranze linguistiche e auspichiamo che si dia un blocco all’aumento dell’Iva. Con i 5 Stelle abbiamo avuto dei problemi per l’Autonomia ragion per cui alcuni di noi si asterranno al momento del voto, soprattutto quelli del Südtiroler Volkspartei». Lo hanno spiegato il capogruppo Julia Unterberger e il vicecapogruppo Dieter Steger al termine delle consultazioni al Quirinale.