Governo, la precisazione del Pd: «Non capiamo i motivi dello stop 5 Stelle»

Il Partito Democratico si riunirà a breve in sede. La questione sulla formazione del nuovo Governo potrebbe tenere ancora banco con i 5 Stelle.

Governo, la posizione del Pd dopo lo stop dei 5 Stelle
Governo, la posizione del Pd dopo lo stop dei 5 Stelle

La trattativa per la formazione di Governo tra Movimento 5 Stelle e Pd si è complicata. Nella mattinata di martedì 27 agosto era previsto un confronto tra le forze politiche. L’evento è stato annullato dai 5 Stelle dopo il dibattito avvenuto nella serata di lunedì 26 durante oltre quattro ore. Si attende che qualcosa cambi entro le ore 16. Ed è proprio a quell’ora che inizierà il secondo giro di consultazioni e in casa Pd si avrà un tavolo di incontro prettamente interno.

La nota del Pd dopo la scelta del Movimento 5 Stelle

Ecco la nota del Pd: «Oggi alle ore 16 presso la sede nazionale del Partito Democratico si riunirà la cabina di regia del Pd. Qui si assumeranno le decisioni conseguenti sulla crisi di governo, anche a seguito della cancellazione, da parte della presidenza del Consiglio, dell’incontro previsto questa mattina a Palazzo Chigi con la delegazione M5S».

Da lì in poi sarà forse più chiaro il prosieguo della giornata. Lo scontro, riportato da diverse agenzie di stampa, riguarda la presunta richiesta di Di Maio per alcune cariche istituzionali. Dai 5 Stelle, invece, è giunta una secca smentita su quanto dichiarato dai democratici.

Trattativa Governo 5 Stelle-Pd, le novità

All’uscita dalla sede del Partito Democratico ha parlato Graziano Delrio. «C’era un dialogo – dichiara Delrio – con dei passi successivi che è stato bruscamente interrotto. Da giorni stiamo facendo delle proposte serie per un Governo solido e di svolta. Emergenza ambientale, il tema del lavoro, e le famiglie. Sinceramente non comprendiamo i motivi di questa interruzione. Speriamo che qualcuno lo possa riprendere perché il Paese si attende delle risposte. Non ci interessa discutere di posti e di poltrone».

Subito dopo ha commentato Andrea Marcucci, in qualità di capogruppo del Pd al Senato. Insieme a Delrio hanno partecipato alle prime consultazioni del Pd tenute al Quirinale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. «Credo sia l’ora che prevalga il buonsenso e la responsabilità. L’interesse deve essere rivolto – commenta Marcucci – verso il bene del Paese. Devono sparire gli egoismi e bisogna far prevalere l’interesse collettivo. Se dovesse riprendersi il dialogo, e se Conte dovesse sforzarsi in questa ottica, la cosa non sarebbe male. Il problema è aver buonsenso – conclude – in una fase molto delicata».