Salvini e il jolly per fare fallire l’accordo di Governo tra M5s e Pd

Il Pd e M5s, durante le prove per cercare di raggiungere un accordo di Governo, si sono arenati sul nome del prossimo Premier. Matteo Salvini sta alla finestra e spera ancora in una nuova intesa con i 5 stelle.

Caso Ilva, Salvini annuncia querele
Caso Ilva, Salvini annuncia querele

Il Pd e M5s, durante le prove per cercare di raggiungere un accordo di Governo, si sono arenati sul nome del prossimo Premier. Luigi Di Maio, leader dei 5 stelle, non accetta obiezioni e vuole la conferma di Giuseppe Conte. Nicola Zingaretti, segretario del Partito democratico, invece punta alla “discontinuità”. In questo scenario prova a inserirsi il leader della Lega Matteo Salvini. La sua linea è ferma: far fallire a tutti i costi l’accordo tra i 5 stelle e il Pd.

Salvini teme accordo di Governo tra M5s e Pd

Per raggiunger il suo obbiettivo, il leader del Carroccio deve provare a pescare, per l’ennesima volta nella sua carriera politica, il jolly. Ci ha già provato sabato, quando tramite una diretta Facebook ha paventato la possibilità che un governo giallo-rosso possa “riaprire i porti”. E ci aveva provato ancora prima, quando aveva promesso il taglio dei parlamentari tanto caro al suo “amico” Di Maio. Nulla di ciò, per il momento, ha ottenuto l’effetto sperato.

Matteo Salvini dunque prova a giocarsi anche le ultime carte. Non “spegne il telefono” e proverà la mossa a sorpresa nelle ultime ore. Il tempo è a suo favore. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha intimato di fare in fretta a trovare un accordo. Se così non sarà, si andrà alle urne.

La Lega, in ogni caso, sta passando in rassegna ministri, sottosegretari e dirigenti, che continuano a tenere contatti con i membri del Movimento. D’altra parte, uomini e donne della Lega hanno lavorato fianco a fianco con uomini e donne del Movimento 5 stelle. I membri delle due fazioni sono in buoni rapporti, tutto sommato. Il problema è solo uno. “Sarebbero d’accordo a riprovarci a governare assieme – spiega una fonte autorevole all’Adnkronos -. L’idea di avere Di Maio a palazzo Chigi non dispiace ai grillini, ma di Salvini in questo momento non si fidano.