Andrea Orlando impone un’altra condizione ai 5 stelle

Andrea Orlando dice sì a un governo giallo-rosso, ma impone una sua condizione perché ciò avvenga: "Passo indietro sul decreto sicurezza".

Andrea Orlando
Andrea Orlando

Anche Andrea Orlando si è dichiarato pronto a sostenere un governo giallo-rosso, chiedendo dunque che si arrivi a un accordo tra Pd e Movimento 5 stelle. Tuttavia, un po’ come aveva fatto Nicola Zingaretti, vuole imporre – o suggerire – un’altra condizione perché ciò avvenga. L’ex Ministro della Giustizia chiede infatti un passo indietro sui decreti sicurezza. “Quello è un cambio radicale di politica su questi temi”. Queste le sue parole parlando con i giornalisti fuori dal Nazareno.

Intanto sulla sua pagina Facebook scrive: “Oggi la Direzione del Partito Democratico ha votato all’unanimità un ordine del giorno per dare mandato al segretario Nicola Zingaretti di fare una verifica con le altre forze politiche, in particolar modo con il Movimento 5Stelle, se ci sono le condizioni per dare vita a un governo di svolta. Affrontare la crisi economica e occupazionale. Evitare l’aumento dell’Iva. Difendere e consolidare la democrazia rappresentativa. Rafforzare il ruolo dell’Italia in Europa. Scommettere sulla sostenibilità ambientale. Vedremo nelle prossime ore se ci sono le condizione perché questo avvenga, se non ci fossero affronteremo con determinazione e fiducia la via del voto e del confronto elettorale”.