Saviano: “Salvini fa il furbo su Casapound, bisogna scioglierla”

Roberto Saviano interviene sulla richiesta dell'Anpi di sciogliere Casapound, e si dice d'accordo poiché il rischio è che "diventino le milizie del governo"

Roberto Saviano sta con l’ANPI riguardo alla proposta di sciogliere Casapund “sulla base della legislazione vigente“. Lo ha dichiarato intervenendo a “Circo Massimo” su Radio Capital, ripreso da un video di Repubblica.

L’intervento di Roberto Saviano su Casapound

“Continuamente si dice che il fascismo è irriproducibile, che ora è un’altra cosa. Certo che è un’altra cosa, stiamo parlando di tempi diversi. Ma Salvini in questo è furbissimo: quando serve fa l’antifascista e lo dichiara, ma di questi gruppi ha bisogno, soprattutto nel Lazio, dove hanno un’attività importante nelle periferie”, spiega Saviano.

E ancora,”Salvini è il primo Ministro della Repubblica che non ha timore ad avere rapporti con organizzazioni neofascite. Anche il M5S ha flirtato con loro. Non dimentichiamo Grillo secondo cui fascismo e antifascismo sono categorie superate, o il padre di un noto esponente -Di Battista – che si dichiarava orgogliosamente fascista e il figlio non prendeva le distanze. Ma ad un certo punto la riflessione su casapound deve andare oltre la mera organizzazione, che sta diventando sempre più squadristica. Il rischio vero è che i militanti di CasaPound diventino le milizie di questo governo”, spiega. In questo modo, Saviano si allinea con la posizione assunta da Carla Nespoli, Presidente Nazionale dell’Anpi.

La richiesta dell’Anpi

La richiesta era comparsa ieri in un comunicato del Presidente Nazionale dell’Anpi Carla Nespolo. Casus belli, le aggressioni ai ragazzi del cinema America, che “confermano quanto l’ANPI sostiene da anni rispetto alla pericolosità dell’organizzazione neofascista CasaPound”. Da qui, la necessità, “non più rimandabile“, di scioglierla. A supporto della sua tesi, Carla Nespoli porta la richiesta del Pm Catello Maresca di pene fino ad otto anni per 34 attivisti di Casapound, “per i reati di associazione sovversiva e banda armata”. Nespoli denuncia “l’irresponsabile fiacchezza della risposta da parte delle autorità competenti e in particolare del Ministro dell’Interno” in merito. “Preservare l’incolumità delle cittadine e dei cittadini”, infatti, “è un dovere inderogabile delle Istituzioni. All’interesse tanto sbandierato per il bene degli italiani siano finalmente conseguenti provvedimenti concreti“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.