Sea Watch, Salvini scrive a Conte: «Caro Giuseppe, porti chiusi»

Lettera di Matteo Salvini al Premier Giuseppe Conte. Al centro del dibattito la questione relativa alla Sea Watch 3 e sulla questione dei porti.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha scritto al Premier Giuseppe Conte per ribadire la propria idea sulla questione dei porti chiusi. L’ultimo episodio riguarda la Sea Watch 3. «Caro Giuseppe, ti scrivo per condividere alcune riflessioni in merito alla perdurante condotta della nave “Sea Watch 3”. La nave, battente bandiera olandese, è tuttora al largo delle coste italiane con migranti a bordo. Si tratta di una condotta la cui gravità è resa palese dalla ferrea determinazione con la quale la nave, rifiutando il Pos indicato dalle competenti Autorità libiche, ha deciso di far rotta verso l’Italia».

La lettera di Salvini a Conte

«La Sea Watch 3 staziona, da ben sette giorni, ai limiti delle nostre acque territoriali, pur avendo richiesto sin dall’inizio un porto di sbarco anche al proprio Paese di bandiera che avrebbe potuto raggiungere con una navigazione di durata inferiore. Reputo, in particolare, doveroso richiamare l’attenzione dei Paesi Bassi sul responsabile esercizio dei propri poteri sovrani sulla nave e sulle persone a bordo».

«Tale intervento appare essenziale – continua Salvini – per completare le recenti iniziative adottate dal nostro Governo. Esse riguardano il controllo delle frontiere e in tema di contrasto all’immigrazione illegale. Iniziative che hanno segnato un concreto punto di svolta nella gestione dei flussi migratori illegali via mare, nel pieno rispetto dei diritti umani».