Chiara Appendino indagata per concorso in peculato

Chiara Appendino è indagata per concorso in peculato in merito a una consulenza affidata all’ex portavoce dell‘ufficio stampa.

Chiara Appendino
Chiara Appendino

Chiara Appendino, primo cittadino di Torino, è indagata con l’accusa di concorso in peculato. La notizia è stata fornita dalla stessa Appendino mediante il proprio profilo Facebook. La vicenda riguarda le indagini sulla consulenza affidata al proprio ex portavoce, Luca Pasquaretta, per conto della “Fondazione per il Libro”. «Quando in settimana verrò ascoltata dai pm, offrirò loro tutti gli elementi in mio possesso e di mia conoscenza per difendermi da questa ipotesi e provare la correttezza del mio operato». 

Chiara Appendino indagata

«Ho ricevuto un avviso di garanzia per la concuslenza affidata dalla “Fondazione per il Libro” all’ex capo ufficio stampa per un valore di 5mila euro lordi che lui già restituì a suo tempo. Secondo i pm questa consulenza – dichiara la Appendino – non fu svolta dall’interessato e proprio per questo si ipotizza il peculato. Nel mio caso si ipotizza il concorso nello stesso reato perché la consulenza sarebbe stata affidata e pagata con il mio accordo».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.