Pierfrancesco Majorino: “La Lega paghi i 180mila euro di debiti con il Comune di Milano”

Pierfrancesco Majorino ha invitato la Lega a saldare i debiti delle multe non pagate al Comune di Milano per la campagna elettorale 2011 con i soldi del tesseramento degli iscritti

Matteo Salvini
Matteo Salvini

E’ tempo di tesseramento al Carroccio, e c’è chi ricorda i suoi debiti alla Lega, per le multe non pagate al Comune di Milano. Nello specifico è proprio l’assessore alle politiche sociali del Comune di Milano, Pierfrancesco Majorino, che punta il dito contro il Carroccio.

La richiesta di Majorino sui debiti della Lega con il Comune di Milano

Il neo europarlamentare del Partito Democratico, riporta Globalist ha dichiarato: “La Lega annuncia l’apertura della campagna di tesseramento a Milano il 15 luglio”. Una cosa utile, “soprattutto se inizia a pagare al Comune i 180.000 euro (a stare bassi) di multe non pagate dal 2011 che Salvini e soci devono e che potrebbero essere utilmente impiegati per finanziare ad esempio i servizi sociali”. Già qualche giorno fa la vicenda era stata riportata alla luce da Majorino. Che su facebook aveva pubblicato una foto che chiedeva il pagamento delle multe invece di occuparsi “dei figli”, in riferimento al comizio di Foligno in cui il leader del Carroccio aveva definito “figli” gli italiani.

Lega, multe non pagate al Comune per la campagna elettorale 2011

Ma la vicenda è piuttosto vecchia, visto che risale al 2011. In quell’anno a Milano si svolsero le elezioni comunali vinte poi da Giuliano Pisapia. La campagna elettorale fu condotta a suon di manifesti, non tutti affissi legalmente. E dopo le elezioni il Comune di Milano tirò le somme delle multe dovute per le affissioni fuorilegge. Tra tutti i partiti, come raccontava qualche mese fa il Corriere della Sera nelle sue pagine milanesi, si raggiunse la somma di 6 milioni di euro, ricalcolata poi a 2 milioni di euro. Ma quei soldi andavano pagati, e così fecero in molti tra candidati e partiti.

Non così invece fece la Lega, che si rivolse al Tribunale di Milano. Andò male, il Tribunale confermò la multa, e così il Carroccio fece ricorso alla Corte d’appello nel 2016. Un anno dopo la sentenza diminuì la multa, che da 364mila euro passò a 182mila. Ma la vicenda non si è conclusa. Perché nel novembre 2018 l’amministrazione comunale ha deciso di ricorrere in Cassazione contro la sentenza della Corte d’appello, per cercare di riportare la somma della multa della Lega al valore originale. Anche in quell’occasione Majorino era intervenuto, protestando: “Un danno per le casse del Comune, ma soprattutto un danno nei confronti dei cittadini”, aveva dichiarato.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.