Sondaggi politici elettorali La7 del 10 giugno 2019: Lega ai massimi di sempre

Sondaggi politici elettorali 10 giugno 2019. Anche oggi, come ogni lunedì, il giornalista Enrico Mentana a La7 annuncia gli ultimi sondaggi.

Sondaggi politici elettorali La7, 10 giugno 2019
Sondaggi politici elettorali La7, 10 giugno 2019

Sondaggi politici elettorali La7 del 10 giugno 2019. Anche oggi, come ogni lunedì, il giornalista Enrico Mentana annuncia gli ultimi sondaggi politici elettorali. La pubblicazione e la diffusione dei sondaggi elettorali si era fermata da metà maggio per non influenzare l’esito delle le elezioni europee e delle elezioni comunali di domenica 26 maggio. Sono ripresi il 3 giugno 2019, una settimana esatta prima dei ballottaggi. In quell’occasione si era registrato il boom della lega, volata fino al 36%. E questo è un risultato che viene confermato anche lunedì 10 giugno. Da segnalare anche una ripresa del Movimento 5 Stelle e l’aggancio di Fratelli d’Italia a Forza Italia.

Sondaggi politici elettorali La7 del 10 giugno 2019

I nuovi sondaggi di La7 arrivano dopo il ballottaggi delle elezioni comunali. Il Centrodestra ha conquistato l’importante Ferrara, dove non vinceva da oltre 70 anni, e Potenza, il primo capoluogo del Sud a finire alla Lega. La Sinistra si è difesa come ha potuto, conservando le roccaforti di Livorno, Prato e Reggio Emilia. Il Movimento 5 Stelle ha ottenuto l’importate Campobasso.

La Lega prosegue la sua ascesa, raggiungendo vette mai raggiunte. Recupera qualcosa anche il Movimento 5 Stelle. Ma la notizia principale forse questa volta è un’altra: l’aggancio di Fratelli d’Italia a Forza Italia, entrambi attestati al 6,3%.

La Lega si attesta al 37,3%, il Pd al 22,8%, il Movimento 5 Stelle al 18,4%. Fratelli d’Italia e Forza Italia, come detto, si attestano al 6,3%. Indietro +Europa al 2,8%, e la Sinistra al 1,5%. I Verdi raggiungono il 2,8%.

Precedenti sondaggi

I sondaggi partito per partito di lunedì 3 giugno davano la Lega si attesta al 36,5%. Il Movimento 5 Stelle al 17,5% e il Pd al 23,5%. Forza Italia era crollata al 6,9% mentre Fratelli d’Italia era riuscita a salire ancora e a raggiungere quota 6,6%. Con questo risultato, Giorgia Meloni aveva praticamente raggiunto nei consensi Forza Italia di Silvio Berlusconi, storico leader di Centrodestra.

E poi tutti gli altri. +Europa con Italia in Comune si era attesta al 2,7%, i Verdi si erano fermati al 2,6% e la Sinistra al 1,7%.