Il nuovo Governatore del Piemonte Alberto Cirio: “La Tav si farà”

Il nuovo governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio si pronuncia su uno dei dossier scottanti del governo, che lo riguarda da vicino: quello della Tav

Alberto Cirio
Alberto Cirio (foto Facebook)

Elezioni regionali in Piemonte, il candidato di centro-destra Alberto Cirio stacca di 14 punti l’avversario del centro-sinistra Sergio Chiamparino. E così Cirio diventa il nuovo governatore della Regione Piemonte.

Elezioni regionali in Piemonte: le priorità del nuovo governatore

Un nuovo governatore che non perde tempo e si pronuncia da subito su una delle più importanti questioni che riguardano l’Italia in generale ma in particolar modo il Piemonte. Ovviamente si tratta della Tav, la linea alta velocità Torino-Lione, che è stata oggetto di scontro nel governo tra i due alleati gialloverdi. Sulla Tav Cirio ha le idee chiare: i farà senza se e senza ma, dice il neogovernatore. “L’opera era nel programma del centrodestra delle politiche dello scorso anno e ancor più c’è nel mio programma di governo della Regione Piemonte”, sottolinea.

Cirio subito al lavoro

La priorità, certo, sarà però anche di “costruire con buonsenso e in fretta una squadra di persone capaci, concrete che sappiano stare in mezzo alla gente“. Perché, dice Cirio, “il Piemonte ha bisogno di ripartire“. La sua è “la Regione del Nord Italia che cresce di meno, è quella con i tassi di disoccupazione più elevati quindi abbiamo bisogno di ripartire subito con una squadra fresca, dinamica e con tanta energia”, per questo “saremo subito al lavoro per dare un’altra velocità al Piemonte, commenta Alberto Cirio.

I rapporti con Chiara Appendino

Anche i rapporti con la sindaca di Torino Chiara Appendino, saranno nell’interesse del Piemonte”, dice Cirio. “Se Appendino farà proposte nell’interesse dei piemontesi ci troverà al suo fianco, pronti a mettere prima le istituzioni rispetto ai partiti, come abbiamo sempre fatto. Mi vedrà, invece, come suo più feroce oppositore, se si dovessero verificare altre situazioni come quelle delle Olimpiadi. Perché errori come questi in Piemonte non se ne devono più fare”. Olimpiadi, quelle del 2006, che si svolsero durante l’amministrazione comunale proprio dello sfidante di Cirio, Sergio Chiamparino.

Le congratulazioni a Cirio

Il leader FI Silvio Berlusconi si è complimentato per la vittoria alle elezioni Regionali, e Cirio spiega: “Avrò bisogno dei consigli di Berlusconi così come quelli di Salvini e Meloni”. E sulla spaccatura tra Lega e Fratelli d’Italia aggiunge: “Farò la mia parte perché ci credo. Il centrodestra unito vince, è coerente, e io continuerò a lavorare in questa direzione ma lo farò da presidente del Piemonte nell’interesse della Regione perché questo è l’impegno che mi sono assunto”.