Elezioni europee, sono 5 gli impresentabili: c’è Berlusconi

Sono addirittura 5 gli "impresentabili" per la Commissione parlamentare Antimafia alle elezioni europee. Tra loro anche Silvio Berlusconi.

Elezioni europee impresentabili
Elezioni europee, 5 impresentabili

Sono addirittura 5 gli “impresentabili” per la Commissione parlamentare Antimafia alle elezioni europee. Nicola Morra, Presidente della Commissione, ha fatto i loro nomi: “Si tratta di Silvio Berlusconi, Giovanni Paolo Bernini, Salvatore Cicu, tutti e tre della lista Berlusconi Forza Italia per cambiare l’Europa, ed Emmanuela Florino di Casapound Italia. Sono 4 candidature non conformi al codice di autoregolamentazione perché rinviati a giudizio e con dibattimento in corso”.  

Elezioni europee, gli impresentabili

Morra poi continua: “C’è un quinto soggetto, Pietro Tatarella, la cui situazione è nota“. Pietro Tatarella è coinvolto nell’inchiesta di Milano sulle tangenti ed è candidato anche lui con la lista Berlusconi Forza Italia per cambiare l’Europa. Non si è fatta attendere la replica di Berlusconi: “Un signore che si chiama Morra, un Cinque Stelle, ha tirato fuori l’elenco dove io figuro come impresentabile. Ma io come impresentabile ho avuto più di 200 milioni di voti da quando sono in giro”.

Morra però ha ribadito: “Silvio Berlusconi è imputato di più reati di corruzione in atti giudiziari, è in corso un dibattimento davanti al Tribunale di Roma con prossima udienza fissata al 12 dicembre 2019 e altro dibattimento è in corso davanti al tribunale di Milano con udienza fissata al 10 giugno”. Sugli altri candidati: “Giovanni Paolo Bernini è condannato con sentenza in data 7 marzo 2019 dalla Corte di appello di Bologna che ha rideterminato la pena in un anno e 8 mesi di reclusione per il reato di corruzione. Salvatore Cicu è imputato per riciclaggio. Emmanuela Florino è imputata del reato di associazioni sovversive e banda armata formazione e partecipazione.

Incandidabili alle elezioni comunali

Per quanto riguarda le elezioni Comunali di Bari, gli impresentabili sarebbero due. “Francesco Lezzi della lista Di Rella Sindaco – ha spiegato Nicola Morra –  risulta incandidabile sia per legge Severino sia per il codice di autoregolamentazione”. La seconda è “Annunziata Mega della Lista Pensionati e invalidi giovani insieme, incandidabile per la legge Severino”. 

Per quanto riguarda le elezioni regionali Piemonte. l’impresentabile sarebbe solo uno. “Si tratta di Riccardo Lanzo della lista Lega Salvini Piemonte la cui candidatura non è conforme al codice di autoregolamentazione perché rinviato a giudizio per corruzione per un atto contrario a doveri di ufficio”.