Formigoni condannato a pagare 60 milioni: “Vivrò d’aria”

Roberto Formigoni dovrà pagare una cifra record, ben 60 milioni. Questo il maxi risarcimento chiesto dalla Procura lombarda della Corte dei Conti.

Roberto Formigoni condannato a pagare 60 milioni
Roberto Formigoni condannato a pagare 60 milioni

Roberto Formigoni dovrà pagare una cifra record, ben 60 milioni. Questo il maxi risarcimento chiesto dalla Procura lombarda della Corte dei Conti. Il procedimento riguarda la vicenda dei finanziamenti erogati dalla Regione Lombardia alla Fondazione Maugeri. L’ex governatore della Lombardia per lo stesso reato è stato già condannato per corruzione. Dovrà passare i prossimi 5 anni e 10 mesi nel carcere di Bollate.

Formigoni condannato a pagare 60 milioni

Formigoni si trova in carcere dal 22 febbraio 2019, in seguito alla condanna per corruzione. Gli sono stati sequestrati in vi conservativa 5 milioni di euro. L’ex governatore aveva anche commentato: “Senza pensione vivrò d’aria.

La decisione del pignoramento dei 60 milioni è stata presa dai pm contabili. Hanno riconosciuto che tutti gli imputati, Formigoni compreso, facevano parte di un “sodalizio di persone fisiche”. Questi sarebbero riusciti a sottrarre, nel corso degli anni, quei 60 milioni di euro di euro di finanziamenti pubblici erogati dalla Regione Lombardia, a titolo di “funzioni non tariffabili”.

Le parole del legale di Formigoni

Il legale dell’ex governatore, Riccardo Marletta, continua a sostenere l’innocenza del suo assistito. “Formigoni sta affrontando con molta dignità la carcerazione, è assolutamente convinto della sua innocenza – ha detto. “Speriamo che al più presto gli venga riconosciuta la possibilità di scontare la detenzione agli arresti domiciliari“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.