E’ morto Gianni De Michelis: lutto nel mondo della politica per l’ex Ministro

E' morto Gianni De Michelis, ex Ministro Protagonista della Prima Repubblica con il Psi e uomo di fiducia di Bettino Craxi

Gianni De Michelis è morto a 78 anni. Ad annunciare la morte dell’ex MInistro degli Esteri sono state fonti parlamentari. Classe 1949, De Michelis è stato Segretario nazionale del Nuovo Psi, per aderire poi Costituente del Psi e successivamente a ‘Riformisti italiani’, il progetto di Stefania Craxi.

La carriera di De Michelis

Protagonista della Prima Repubblica, ha fatto parte dei governi Cossiga, Forlani, Spadolini, Fanfani, Craxi, De Mita e Andreotti. Fu più volte Ministro tra gli anni ’80 e ’90. Dall”88 all”89 è stato Vicepresidente del Consiglio. La sua ultima esperienza politica risale al 2004, quando venne eletto eurodeputato nella lista Socialisti uniti per l’Europa.

Quella di Gianni De Michelis è stata una carriera politica lunga, iniziata negli anni ’60 quando entro nella Direzione del Psi. Divenne uno degli uomini fidati di Bettino Craxi, e fu Ministro degli Esteri negli anni della caduta del Muro di Berlino e della dissoluzione dell’Unione Sovietica. Fu anche uno dei firmatari del Trattato di Maastricht nel 1992.

Un uomo poliedrico, con la passione per le discoteche, che dovette fronteggiare 35 procedimenti, travolto da Tangentopoli.

Il ricordo dei fratelli Craxi

Bobo Craxi lo ricorda come “un eccellente uomo politico e uomo di Stato, un socialista coerente, uno degli uomini più intelligenti della Prima Repubblica, aveva una lungimiranza nella lettura delle vicende politiche, in particolare di natura internazionale“. “Per me è un grande dolore la sua scomparsa. E’ stato, nella vicenda tragica che ha coinvolto il Psi, uno degli uomini più vicini a mio padre” spiega.

Pensiero condiviso dalla sorella, Stefania Craxi, che aggiunge: “Con Gianni abbiamo diviso la vita di una comunità fatta di battaglie ideali, confronti politici e di momenti di condivisione amicale, di divertimento anche… Ricordo di essere andata anch’io a ballare con lui, cosa per la quale venne molto attaccato“. “Lo ricordo come un grandissimo lavoratore: fu un ministro intelligente, capace, fantasioso. Erano uomini per cui la politica era tutto”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.