Salvini risponde a Conte: «Non ho tempo per le polemiche»

Il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha commentato da Fidenza le dichiarazioni del Premier Giuseppe Conte sul caso Siri.

Matteo Salvini (facebook)
La Corte dei Conti ha aperto un fascicolo "esplorativo" nei confronti di Matteo Salvini che avrebbe usato "voli di Stato per fini politici".

Il giorno dopo l’annuncio del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in merito alla revoca dell’incarico al sottosegretario Armando Siri, arriva il commento di Matteo Salvini. L’esponente della Lega ha inteso mandare un messaggio da Fidenza. «Non ho tempo per beghe e polemiche, chiedetelo a Conte».

Le parole di Salvini

«Mi occupo di tasse, sicurezza, droga, immigrazione lavoro – sottolinea – non ho tempo da perdere. Parlo a nome mio e della Lega e la gente mi chiede meno tasse, più sicurezza, meno droga, più telecamere. Non ho tempo da perdere, non commento nulla, lavoro. Qualcuno ha tempo da perdere polemizzando su altro, non sono io».

E Salvini parla dell’incontro avuto in Ungheria nella giornata di ieri. «Sono stato con il presidente del Consiglio ungherese a lezione di riduzione fiscale, cosa che vorrei fosse realtà anche in Italia, invece vedo che qualcuno ha tempo da perdere polemizzando su altro, non sono io. Tagliare le tasse – commenta Salvini – è un’emergenza di questo Paese e di questo momento. Ogni giorno perso è un giorno che non torna più».

Grana delle Province

Un altro tema caldo è quello delle Province. «Le ha già disastrate Renzi – puntualizza Salvini – facendo spendere più soldi agli italiani e togliendo dei servizi. Quindi stiamo a metà del guado, bisogna decidere se andare avanti o tornare indietro, però l’emergenza è ridurre le tasse e bloccare gli spacciatori di morte, tutto il resto viene dopo».