Caso Siri, adesso Conte ci ripensa e lo vuole tenere: Di Maio infuriato

Caso Siri, Conte ci ripensa
Caso Siri, Conte ci ripensa

Il caso Siri si sta facendo sempre più ingarbugliato ogni giorno che passa. Il sottosegretario della Lega è indagato per corruzione e il Movimento 5 Stelle non gliela vuole far passare liscia. Conte aveva promesso che se non si fosse dimesso lo avrebbe staccato personalmente dalla sedia. Ora, però, tutto pare essersi fermato. Conte ha incontrato Siri ma non lo ha staccato dalla sedia. Al contrario, il Premier starebbe provando a mediare.

Caso Siri, Conte ci ripensa?

Il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio è il primo che è sceso in campo per chiedere le dimissioni di Siri. Ora parrebbe essersi arrabbiato per come il Premier vuole gestire il caso, questo almeno stando a quanto spiega una fonte governativa interpellata dalla Dire.

In ogni caso, tutta la vicenda sta contribuendo a far perdere consensi alla Lega, e questo (forse) sta influendo sulla mancata sospensione. Una decisione definitiva non si sa ancora quando sarà presa. “Forse già questa sera – fa sapere la stessa fonte – ma c’è qualcuno che vuole aspettare le deposizioni spontanee di Siri.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.