Ilva, ex consigliere 5 Stelle contro Di Maio: «A Taranto per fare passerella»

Forti critiche per le promesse non mantenute sulla questione dell’ Ilva di Taranto da parte del Governo e, quindi, di Luigi Di Maio.

Luigi Di Maio, l'annuncio della nave Gregoretti
Luigi Di Maio

Durante l’incontro di Luigi Di Maio a Taranto, nel quale si è parlato soprattutto della questione relativa all’ex Ilva, diverse sono state le segnalazioni per le promesse non mantenute dall’attuale Governo in Puglia. Nonostante i proclami del Movimento 5 Stelle durante la campagna elettorale, infatti, lo stabilimento dell’acciaieria pugliese è rimasto aperto.

Le accuse mosse da Massimo Di Battista a Lugi Di Maio

Massimo Battista, ex consigliere comunale dei 5 Stelle a Taranto, ha fortemente criticato l’operato di Di Maio. E lo ha fatto durante l’incontro che si è tenuto nella cittadina pugliese. «Vedrete quello che accadrà alle prossime elezioni europee, perché la gente vi punirà sempre politicamente. Vorrei capire quando mi hai invitato, mi hai chiamato a mezzanotte del 12 giugno, e mi hai detto determinate cose. Cosa è cambiato? Perché hai accelerato il 5 settembre quell’accordo?». Nel video le critiche mosse, inoltre, da Alessandro Marescotti, Presidente di PeaceLink.

I punti analizzati rivolgendosi a Di Maio

Nel discorso Battista fa riferimento all’accordo siglato con Arcelormittal che ha portato alla permanenza, sul territorio di Taranto, degli stabilimenti dell’ex Ilva. Le conseguenze, ormai, si ripercuotono sulla gente da decenni. «Si è promesso ma alla fine non si è fatto nulla. La gente continua a operare con la presenza di amianto. Ma di cosa stiamo parlando? Siete sicuri di conoscere lo stabilimento?».

E rivolgendosi verso Di Maio dichiara: «Andrai di nuovo a fare visita ai parchi minerali, ma ti do un consiglio – conclude Battista – . Recati alle batterie 7 e. 8, all’acciaieria 1 e 2, così come all’alto forno numero 2, proprio lì dove è morto un lavoratore. Stai facendo soltanto passerella, caro ministro».