Michela Murgia attacca Salvini: “Io ho lavorato, lui non sa cos’è la vita”

La guerra in Libia infuria, Notre Dame brucia in Francia, ma noi in Italia dobbiamo sorbirci i litigi tra Michela Murgia e Matteo Salvini.

Michela Murgia
Michela Murgia

La guerra in Libia infuria, Notre Dame brucia in Francia, ma noi in Italia dobbiamo sorbirci i litigi tra Michela Murgia e Matteo Salvini. Il Ministro dell’Interno aveva definito la scrittrice una “intellettuale radical chic e snob”. La Murgia però non si è fatta metter i piedi in testa, replicando: “È il suo giochetto preferito quello di far passare chiunque lo critichi per un ricco altolocato che non ha contatto con la gente e con la realtà, che non conosce i problemi veri e che non sa cosa sia la fatica del lavoro, ambiti in cui lui invece si presenta come vero esperto”.

Michela Murgia attaca Salvini

La scrittrice ha risposto a Salvini ricordando il suo percorso professionale. “Nel ’91, anno in cui mi diplomavo come perito aziendale, mi pagavo l’ultimo anno di studi lavorando come cameriera stagionale in una pizzeria. Feci quasi due mesi di assenza perché la domenica finivo di lavorare troppo tardi e il lunedì mattina non sempre riuscivo ad alzarmi in tempo. Dal 2007 in poi vivo delle mie parole, della fiducia degli editori e dei lettori”.

Alla fine la Murgia ha lanciato il suo affondo: “Adesso le sarà chiaro che è lei, signor ministro, quello distaccato dalla realtà. Tra noi due è lei quello che non sa di cosa parla quando parla di vita vera, di problemi e di lavoro, dato che passa gran tempo a scaldare la sedia negli studi televisivi, travestirsi da esponente delle forze dell’ordine e far selfie per i social network a dispetto del delicatissimo incarico che ricopre a spese dei contribuenti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.