Piattaforma Rousseau, il Garante della Privacy multa il Movimento 5 Stelle

Piattaforma Rousseau
Piattaforma Rousseau

Il Garante della Privacy, in seguito ad alcune verifiche, ha comunicato il provvedimento rivolto all’Associazione Rousseau intesa come responsabile nell’aver trasgredito alcune norme. Nello specifico dichiara che il Movimento 5 Stelle«non ha protetto adeguatamente i dati personali degli iscritti in occasione del voto online». Il pagamento dovrà essere effettuato entro 180 giorni dalla data di ricezione del presente provvedimento e 50.000 euro a titolo di sanzione. Il sistema ha riscontrato attività relative alla sicurezza che evidenziano «importanti elementi di vulnerabilità».

Cosa ha riscontrato il Garante sulla piattaforma Rousseau

Il Garante ha fatto riferimento al provvedimento, datato 21 dicembre 2017, con il quale è stata evidenziata la violazione dei sistemi informatici riferiti alla piattaforma Rousseau e agli altri siti collegati al Movimento 5 Stelle. Inoltre aveva prescritto
«l’adozione di misure necessarie e opportune” per “rendere i trattamenti dei dati personali degli utenti conformi ai principi della disciplina in materia di protezione dei dati personali” e poi con una serie di interventi successivi aveva fissato al 15 ottobre 2018 il termine ultimo per ”dare completo adempimento alle prescrizioni».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.