Vauro va da Santoro e dice cosa bisogna fare per uccidere Salvini

Vauro va da Santoro e presenta i "Sette modi per uccidere Salvini". Questo il titolo della sua rubrica pubblicata in queste ore dalla rubrica 'La Zecca'.

Vauro va da Santoro
Vauro va da Santoro

Vauro va da Santoro e presenta i “Sette modi per uccidere Salvini”. Questo il titolo della sua rubrica pubblicata in queste ore dalla rubrica ‘La Zecca’. Il disegnatore e umorista toscano ha tenuto questa rubrica sul sito di Michele Santoro. Vauro a presentato sette opzioni semi-serie per eliminare il Vicepremier. Vanno dalla “nutella-assassina” all'”uniforme killer”.

Vauro da Santoro

Il tutto sarebbe partito da uno spezzone di una puntata di ‘Quarta Repubblica’. Qui è stato mostrato un servizio dove un immigrato prima condanna il gesto di Sy, l’autista che ha dato fuoco al bus a Milano, poi dice: “Se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini.

Per Vauro, il senso era chiaro: “L’uomo dice ‘se dovessi’ e non ‘se volessi’ e soprattutto non ha mai detto che avrebbe ucciso Salvini”. Questa spiegazione, però, aveva suscitato l’indignazione di Salvini. Il Ministro ha replicato: “Se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini’. Vauro risponde: ‘Cosa c’è di strano?’ Questo signore non è normale”.

Vauro, dunque, ha deciso di spingersi oltre. “Visto che oramai sono stato condannato e non si possono prendere due condanne per lo stesso delitto mi sono immedesimato nel ruolo e quindi ho cominciato ad elaborare diversi piani”.

I 7 modi per uccidere Salvini

I piani elaborati da Vauro sono presto detti. “Piano 1: la Nutella assassina. Mi faccio prestare da quel radical chic di Nanni Moretti l’enorme barattolo di cioccolata e lo lascio in bella vista nei pressi del Ministero dell’Interno. Poi? Poi niente, ci penserà il colesterolo. Piano 2: sabotaggio. Taglio i fili dei freni della ruspa. Piano scartato: la ruspa di Salvini è senza freni. Piano 3: la felpa fatale. Approfittando biecamente delle note difficoltà di lettura del Ministro, gli faccio indossare una felpa con scritto ‘aprite i porti’. E confido in un collasso. Piano 4: l’uniforme killer. Un semplice giaccone della polizia cosparso di polvere urticante.

E ancora. Piano 5: camuffamento. Travestire un rom da poliziotto. Per fargli rubare l’iPhone del vicepremier mentre si fa un selfie con lui. Piano 6: balls choc. Applicare alle parti basse di Di Maio le protesi di un bel paio di palle da mostrare alleato e contare sull’effetto sorpresa. L’unica controindicazione è che l’effetto sorpresa potrebbe colpire prima Di Maio nello scoprire di avere le palle. Piano 7: il piano del papà. Contraffare il certificato di nascita del giovane Rami in modo che Salvini risulti essere il padre biologico, così è costretto a prendere la cittadinanza egiziana e a rinunciare a quella italiana. A quel punto il gioco è fatto: Salvini è egiziano. ‘Rimandiamolo a casa!’, ‘È finita la pacchia!'”.

C’è da ridere o da piangere, a noi non tocca esprimere la sentenza. Salvini, intanto, sulla sua pagina Facebook dice: “Se questo squallido personaggio pensa di essere divertente… No, direi che fa proprio schifo”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.