Laura Castelli, da Sottosegretaria delle gaffe a Viceministro

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha nominato Laura Castelli e Massimo Garavaglia viceministri dell’Economia: entrambi erano sottosegretari. Ora la nomina verrà sottoposta al presidente della Repubblica.

Laura Castelli, promossa Viceministro
Laura Castelli, promossa Viceministro

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha proposto la promozione a Viceministro sia di Laura Castelli (Movimento 5 Stelle) che di Massimo Garavaglia (Lega). La decisione è stata presa durante il Consiglio dei ministri, tenutosi ieri sera.

Laura Castelli

Laura Castelli è un’attivista storica del Movimento 5 Stelle. Eletta deputata nel 2013 e riconfermata nel marzo 2018. Con la nascita del governo Conte è stata nominata sottosegretario al Ministero dell’Economia nel giugno del 2018.

Il suo curriculum è ricco. Durante la scorsa legislatura, dal 2013 al 2018,
è stata membro della commissione Bilancio di Montecitorio. La Castelli, inoltre, ha partecipato in prima persona alle stesura del contratto tra Lega e Cinque Stelle.

Le gaffe della sottosegretaria

La Castelli, tuttavia, è diventata famosa negli ultimi tempi soprattutto per le sue innumerevoli gaffe. Nel 2013 disse: “Sciopero pagato, ricordiamolo ai cittadini che ci seguono da casa, non è uno sciopero volontario, è uno sciopero pagato con i soldi pubblici”. L’oggetto del suo discorso era uno sciopero di dipendenti pubblici, ma la Castelli, incredibilmente, ignorò il fatto che quando un lavoratore sciopera la giornata di lavoro gli viene detratta.

Venendo ai giorni nostri, la Castelli si è esibita in altre “performance”. La più famosa è ovviamente è quando disse a Porta a Porta che i tassi di mutui non dipendono dallo spreed. Contraddetta da qualcuno che ne sapeva più di lei ha risposto: “Questo lo dice lei.”

E ancora: “Non dico cosa voto”; “Le tessere del reddito di cittadinanza? Le stiamo stampando. Dove? Ehm.. ehm…” . Per finire con l’ammissione di esercitare la professione di commercialista senza essere iscritta all’albo.

Ecco chi sarà il nostro nuovo Viceministro. Promozione meritata?

Massimo Garavaglia

Veniamo a Massimo Garavaglia: deputato Lega con una lunga militanza politica alle spalle. È stato sindaco di Marcallo con Casone, per due mandati, dal 1999 al 2009.

Nel 2006 viene eletto per la prima volta parlamentare. Nel 2008 è passato poi al Senato, ricoprendo la carica di vicepresidente della commissione Bilancio. Nel 2013 viene confermato, sempre nel collegio Lombardia, senatore. Ma subito dopo, nel marzo del 2013, è stato nominato assessore all’Economia della Regione Lombardia dall’allora presidente Roberto Maroni, dimettendosi così dalla carica di senatore. Nel 2018 è stato poi eletto deputato e nel giugno dello stesso anno è diventato sottosegretario all’Economia.