Elezioni Basilicata, il candidato Pd Trerotola con la tessera del MSI di Almirante

Carlo Trerotola, candidato governatore della Sinistra per la Basilicata è stato iscritto al Movimento Sociale Italiano, il partito di estrema destra guidato da Giorgio Almirante.

Carlo Trerotola
Carlo Trerotola

Ognuno ha almeno dai 4 ai 6 scheletri nell’armadio. Segreti inconfessabili che si porta con sé e non vuole far sapere a nessuno. Oggi è stato scoperto uno degli scheletri nell’armadio di Carlo Trerotola, candidato governatore della Sinistra per la Basilicata. Dal suo portafoglio, infatti, potrebbe spuntare, tra una carta di credito e l’altra, anche la tessera del Movimento Sociale Italiano (MSI), partito di estrema destra, firmata nientemeno che da Giorgio Almirante.

Trerotola ha mentito agli elettori

Quindi, Trerotola ha mentito agli elettori. Aveva ammesso di essere stato ai comizi del leader missino, ma aveva detto che lo aveva fatto per volontà del padre. Tuttavia, l’iscrizione a un partito è un atto di volontà personale. in particolar modo in quegli anni, in cui era davvero difficile dichiararsi di destra.

Ora, come reagirà l’Associazione partigiani a questa notizia? Loro che odiano così tanto Almirante da protestare ogni volta che qualcuno vuole dedicargli una via, perdoneranno Trerotola?

La replica di Trerotola

“Se la tessera fosse mia, dovrei averla io”, ha replicato Trerotola. “Se questa tessera esiste vi pregherei di restituirmela perché è un reperto storico, anche di qualche valore. E, al vostro posto – conclude – mi preoccuperei di più dei voltagabbana che dal centrosinistra sono candidati nelle vostre file fasciste”.

L’accusa è al Secolo d’Italia, che per primo ha diffuso la notizia.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.