Nicola Zingaretti: “Alle elezioni europee 2019 una lista aperta e unitaria”

Nicola Zingaretti è in cerca di allenaze per formare una lista unica alle europee, ma sembra molto più complicato del previsto.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti non archivia la lista unitaria in vista delle europee. E’ attraverso i social che il neo segretario Pd puntualizza: “Il lavoro per una lista aperta e unitaria alle europee va avanti”. Ma se il “listone” non dovesse farsi, non sarà per volontà di Zingaretti ma per il rifiuto dei potenziali alleati a far parte di un’unica lista.

I problemi con gli alleati

Alleati che è difficile trovare. L’incontro di martedì con Emma Bonino non era andato benissimo. Verdi e Italia in Comune fanno sapere che il loro progetto di una lista insieme è già avviato. “Facciamo gli auguri a Zingaretti, noi abbiamo un progetto europeo, verde e civico insieme a Italia in Comune”, fanno sapere i Verdi.

Mai con Mdp

A onor del vero, qualcuno che vorrebbe la lista unitaria ci sarebbe, ed è il Movimento Democratico Progressista. Ma a loro è Zingaretti che dice di no. “Hanno fatto una scissione un anno fa… e poi alle europee c’è un sistema proporzionale”, è la riflessione. Insomma, ognuno per sé.

+Europa: “Non è un’opzione da considerare”

Anche da +Europa, per quel che riguarda la lista comune, il dialogo è stato breve: “La linea del Congresso è quella di presentare una lista autonoma nell’ambito del progetto liberal democratico che fa parte dell’Alde con il simbolo di +Europa”, spiega Benedetto Della Vedova aggiungendo: “Non è nemmeno una opzione da considerare” la partecipazione a una lista del Pd per le europee, anche se aperta.

Le incomprensioni con Calenda

Ma è qui che sorgono i problemi con Calenda. Ieri sera l’ex-Ministro a Zapping ha detto di aver sentito Zingaretti ma la telefonata non sembra aver risolto le incomprensioni. Calenda infatti ha chiesto chiarezza al segretario dem ma a sera non pare abbia avuto le risposte che cercava.

“Ci siamo parlati con Zingaretti e lui ha fatto una dichiarazione per dire che sta lavorando per costruire una lista unitaria, che farà un incontro con Più Europa e Pizzarotti: è la strada giusta, ma intanto ho fermato le nostre iniziative europee. Mi diranno loro se si andrà avanti su questa strada, io per il momento non posso far perdere tempo alla gente”.

I prossimi incontri

Oggi però gli incontri per Zingaretti continuano. Il segretario dem vedrà Frans Timmermans, il candidato del Pse alla presidenza della Commissione europea. Per Zingaretti, infatti, fondamentale è che con le forze europeiste e democratiche “combatteremo una battaglia comune per cambiare l’Europa”. Zingaretti infatti guarda alla partita da giocare nel Parlamento europeo un volta che sarà formato. Perché, come spiega Benedetto Della Vedova, “la cosa importante è che ci siano tanti deputati italiani eletti nelle forze europeiste che si oppongono ai nazionalisti, perchè la tradizionale alleanza Pse-Ppe non ci sarà più e andranno cercati nuovi equilibri tra i gruppi presenti in Parlamento”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.