Salvini insultato su Facebook da Sindaco Pd: “Ma sparati”

Matteo Salvini, nella giornata di domenica 3 marzo, si è scagliato sui social contro Ong e Pd. Sotto il post qualcuno gli ha risposto, e quel qualcuno è un Sindaco Pd.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (foto Facebook)

Matteo Salvini, nella giornata di domenica 3 marzo, si è scagliato sui social contro Ong e Pd. “Questa è l’Italia vera! Altro che la ‘staffetta’ de Partito Democratico sulla nave Ong per i diritti dei clandestini…”. Sotto il post qualcuno gli ha risposto, e quel qualcuno è un Sindaco Pd.

Michele Strianese, Sindaco di San Valentino di Torio, ha commentato sotto il post con un secco “ma sparati”. La cosa, ovviamente, non è passata sotto traccia, dato il ruolo ricoperto da Strianese.

La giustificazione del Sindaco

Il Sindaco si sarebbe giustificato asserendo che il proprio profilo Facebook non è utilizzato solo da lui. “Tanto clamore per nulla. Non ho scritto io sotto il post. Il mio profilo personale non è utilizzato soltanto da me, ma anche da familiari e collaboratori. Inoltre io firmo sempre con nome e cognome i miei post o i commenti, sia che vengono fatti con il profilo personale, che con quello istituzionale del Comune o della Provincia”.

Ha aggiunto poi che era impegnato con le Primarie del Pd. “Avevo altro a cui pensare. Ovviamente mi scuso per il malinteso. Anche se non condivido nulla del politico di Salvini e dei suoi modi di esprimersi, ho rispetto per quello che rappresenta dal punto di vista istituzionale”.

Replica di Salvini

Il Ministro dell’Interno e Vicepremier Matteo Salvini ha subito voluto commentare l’accaduto. In un altro post su Facebook, ha scritto “E poi si definiscono democratici”. Ovviamente il riferimento è al “finto buonismo” (per dirla proprio come Salvini) di cui si macchiano spesso i rappresentanti dem.