Renzi querelato da Ultimo: “Ci difenderemo e ci sarà da divertirsi”

L'ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha presentato il suo nuovo libro “Un’altra strada: Idee per l’Italia di domani”. Molti gli argomenti che ha toccato, e a CiSiamo.info che gli ha chiesto della querela del Capitano Ultimo Renzi risponde: "Ci difenderemo. Ci sarà da divertirsi".

Matteo Renzi e gli ingressi alla Camera con il nuovo partito Italia Viva
Matteo Renzi e gli ingressi alla Camera con il nuovo partito Italia Viva

Matteo Renzi ha presentato oggi a Cernusco sul Naviglio, piccolo comune vicino a Milano, il suo ultimo libro “Un’altra strada: Idee per l’Italia di domani”. Un libro che ha già cominciato a far discutere per la querela del Capitano Ultimo. 

La presentazione

L’appuntamento è alle 15, a Cernusco sul Naviglio. Renzi arriva poco prima, su un’auto dai vetri oscurati, con la scorta a tenere a bada la gente che lo stava aspettando. La sala è stracolma, il pubblico è seduto anche a terra. Ad un certo punto qualcuno chiede ai più giovani di sedersi sul palco, dietro all’ex Presidente del Consiglio.

Lo “spoiler”

Renzi inizia a parlare. E inizia “spoilerando” il finale del libro: lui non si ricandiderà. Non ha scritto il libro per prendere voti, dice, ma per ringraziare chi lo ha sostenuto. Ma ben presto la presentazione del libro si trasforma in un comizio. Un comizio in cui parla del Governo, di Salvini e Di Maio senza però mai nominare il suo successore a Palazzo Chigi.

Sull’Ue

Renzi affronta la questione Ue: L’Europa“, dice, “deve essere unita“. “Mi hanno accusato di essere dalla parte di Macron”, prosegue. “Certo che sono dalla sua parte. I Gilet Gialli hanno dichiarato di essere pronti ad un colpo di stato, e io non potrò mai stare con chi è pronto ad un colpo di stato“. In merito ai nazionalismi, Renzi ha criticato duramente Italia, Ungheria e Polonia. Queste ultime, “sono uscite dalla crisi o dalle loro problematiche grazie ai fondi Ue stanziati da Italia Francia e Germania. Se vogliono fare i sovranisti possono, ma con i soldi loro, non con i soldi Ue”.

Le critiche al governo

Renzi parla poi del governo gialloverde, e distribuisce con equanimità battute ad entrambe i partner di governo. “Tutte le rivoluzioni nascono in strada e finiscono a tavola” dice Renzi, citando Leo Longanesi sui Cinquestelle. ” La loro è già finita a tavola”. Sul populismo Cinquestelle attacca: “Uno non vale uno, se devo essere operato voglio il parere di un medico. Non me ne frega niente del parere degli altri”. E punta il dito contro il Vicepremier Di Maio, accusandolo di ignoranza: “Non dire che in giro che prendi i voli low cost, ma poi ci fai fare brutte figure… Prendi un volo di stato, ma almeno studia! lo esorta.

Salvini

Ma a finire nel mirino è anche Matteo Salvini. “Salvini che è uno che continua a cambiare idea. Lui si veste con le divise per mandare messaggi di sicurezza, per dire “io vi sto proteggendo””. Ma per Matteo Renzi non è quello che sta realmente facendo. E scherza: “Tra dieci anni Salvini sarà a bordo di una Ong ad aiutare migranti”. Sul caso Diciotti, dice poi, “decideranno i magistrati, noi siamo politici. Ma Salvini non può dire prima che andrà a processo e poi tirarsi indietro”.

La querela contro le fake news

E durante la presentazione ha ribadito che dal 22 febbraio querelerà “tutti coloro che hanno mandato fake news” su di lui, e inizierà da Il Fatto Quotidiano.

La firma degli autografi

Alla fine della presentazione Renzi si ferma a firmare gli autografi. A tutti, ma proprio a tutti i presenti. Attorno a lui la scorta, certo, ma anche personalità autorevoli. La Senatrice Simona Malpezzi, nei panni della più umile delle maschere, che indica alla gente dove dirigersi per gli autografi; e il Senatore Eugenio Comencini, ex sindaco di Cernusco. Presente anche la vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo.

“Ci sarà da divertirsi”

A margine della presentazione, a proposito della querela del Capitano Ultimo, Renzi ha dichiarato in modo secco a CiSiamo.info: “Appena Ultimo presenterà la querela ci difenderemo. Ci sarà da divertirsi”.