Zingaretti e l’accusa a Conte: «L’Italia non conta più nulla»

Nicola Zingaretti parla a Radio Capital soffermandosi sulle accuse rivolte al Presidente del Consiglio durante la sessione plenaria a Strasburgo.

Nicola Zingaretti
L'esponente del Partito Democratico, Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti ha inteso commentare il duro attacco subito dal Premier Giuseppe Conte durante la sessione plenaria a Strasburgo. Il candidato alla segreteria del Partito Democratico è intervenuto a Radio Capital durante la trasmissione “Circo Massimo”.

Le parole di Zingaretti

«Ho fatto il parlamentare europeo per quattro anni – dichiara Zingaretti – e la cosa drammatica dell’altro giorno era innanzitutto l’Aula vuota di fronte al fatto che parlava il Presidente del Consiglio della Repubblica italiana. Credo che non sia mai successa una cosa del genere. Il primo segnale che viene da quel Parlamento è il crollo della credibilità del nostro Paese».

«Ricordo quando i leghisti contestarono il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in un’Aula gremita, perché l’Italia di Ciampi e del centrosinistra era un’Italia che veniva guardata con rispetto. Contava molto di più – conclude – dentro l’Europa e nelle dinamiche intergovernative».