Migranti morti in mare, Salvini: “Mai complice di scafisti e Ong”

Salvini si scaglia anche contro l'opposizione: "Quanto a certi sindaci e governatori di PD e sinistra anziché denunciare la presunta violazione dei 'diritti dei clandestini' dovrebbero occuparsi del lavoro e del benessere dei loro cittadini".

Il Vicepremier e Ministro dell'Interno Matteo Salvini
Il Vicepremier e Ministro dell'Interno Matteo Salvini

Nonostante le ultime tragiche notizie di migranti morti in mare, continua la linea dura di Matteo Salvini. “Io non sono stato, non sono e non sarò mai complice dei trafficanti di esseri umani, che con i loro guadagni investono in armi e droga, e delle Ong che non rispettano regole e ordini”, si legge sul suo profilo Facebook. Il ministro dell’Interno è così tornato sul caso degli oltre centro migranti morti in mare, naufragati a bordo di un gommone nel Mediterraneo sulla rotta Libia-Italia. Poi Salvini passa ad attaccare l’opposizione:“Quanto a certi sindaci e governatori di PD e sinistra anziché denunciare la presunta violazione dei ‘diritti dei clandestini’, dovrebbero occuparsi del lavoro e del benessere dei loro cittadini, visto che sono gli italiani a pagare loro lo stipendio. Sbaglio?”.

 

 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.