Seggiolini anti-abbandono, nuovo intoppo: problemi per il bonus

A partire da oggi avrebbe dovuto essere disponibile la piattaforma per fare la richiesta, ma non tutto va come previsto

seggiolini anti-abbandono
Foto: Pixabay

Non sembra esserci davvero pace per i seggiolini anti-abbandono, introdotti poche settimane fa dal governo con l’obiettivo di ridurre i casi di bambini ” dimenticati a bordo con conseguenze davvero gravi. Le polemiche non sono mancate per l’entrata in vigore del provvedimento in modo frettoloso rispetto a quanto inizialmente preventivato, ma ora a fare discutere è un altro problema: a partire da oggi era infatti prevista la possibilità di sfruttare un’apposita piattaforma realizzata da Sogei per consentire di usufruire di un bonus da utilizzare in fase di acquisto pari a 30 euro. Non tutto è però andato come ci si sarebbe aspettati.

Come rivela il Corriere della Sera che cita fonti interne al Ministero dei Trasporti, sono in tanti ad avere riscontrato difficoltà nell’utilizzo del servizio, praticamente disponibile solo per gli esercenti.

Una corsa contro il tempo

Si tratta di un disagio non da poco, visto che in un primo momento il sito avrebbe dovuto essere disponibile a partire dal 1° febbraio, cosa non avvenuta. Ma la situazione attuale non è da sottovalutare: i fondi sono infatti disponibili solo fino a esaurimento, cosa che rende quindi indispensabile muoversi con tempestività prima degli altri utenti interessati.

In base alle stime di Altroconsumo, se tutto dovesse procedere senza intoppi, a poter godere del vantaggio sarebbero il 40% delle famiglie coinvolte (circa 670 mila bambini, a fronte dell’1,8 milioni che dovrebbero utilizzare il dispositivo).

Unica consolazione, in attesa che la situazione torni alla normalità, è quella di sapere che chi non si è messo ancora in regola non vada incontro a grandi conseguenze negative. Lo stop alle sanzioni è infatti stato prorogato fino al 6 marzo.