Guidare su neve e ghiaccio: ecco i consigli per farlo in sicurezza

Il periodo più freddo dell'anno è ormai arrivato, ma è raccomandabile prestare la massimo prudenza quando ci si mette al volante

guidare su neve e ghiaccio
Auto sulla neve (Foto: Pixnio.com)

Siamo ormai entrati nel periodo più freddo dell’anno e diventa necessario mettere in atto una serie di regole importanti quando ci si mette alla guida della propria auto per potersi spostare in assoluta sicurezza e non incorrere in possibili incidenti. Il rischio, soprattutto al nord, di trovare strade ghiacciate o addirittura con la presenza della neve si fa più che concreto e l’utilizzo degli pneumatici invernali, pur essendo obbligatorio secondo il Codice della Strada (in alternativa, è necessario portare con sè a bordo le catene da neve), può non bastare.

Ecco quindi alcuni consigli utili da seguire in questi casi.

Attenzione alla velocità

Basta semplicemente la presenza del ghiaccio per invitare ad avere un’andatura il più possibile regolare: la velocità, infatti, non si dovrebbe mai superare i 50 km/h. Occhio inoltre a evitare brusche frenate, soprattutto in salita o in curva.

Le fasi di discesa possono essere però ancora più insidiose. In situazioni del genere diventa fondamentale evitare di utilizzare il freno: la motricità sulle ruote può essere mantenuta mantenendo le marce alte e scalando in modo graduale rilasciando dolcemente la frizione. Attenzione, però, qualora dovesse verificarsi un’emergenza il freno può comunque essere utilizzato, ma evitando di solleticare troppo l’ABS. Inevitabilmente, neve e ghiaccio raddoppiano gli spazi di arresto sull’asfalto.

È altrettanto indispensabile fare il possibile per mantenere la distanza di sicurezza dalle vetture che si incontrano.

Non utilizzare la prima

Anche l’utilizzo delle marce riscuote un’importanza non da poco per chi non ha una vettura dotata di cambio automatico. Potrebbe sembrare paradossale, ma in situazioni di questo tipo è praticamente necessario “dimenticare” la prima.

La raccomandazione migliore da seguire in questi casi consiste nell’utilizzo della seconda sin dalla partenza, ma avendo l’accortezza di lasciare la frizione in modo graduale. Anche l’acceleratore non dovrebbe mai essere rilasciato in modo brusco.

La pulizia è fondamentale

Un aspetto che tende a essere sottovalutato è il mantenimento della vettura, ma soprattutto in presenza di neve svolge un’importanza non da poco. Prima della partenza il primo passo da effettuare consiste nella pulizia del vetro, soprattutto se ha smesso da poco di nevicare. Eliminare i fiocchi permette infatti di viaggiare con il massimo della visibilità. È bene togliere anche quella che potrebbe essersi depositata sul tetto; in fase di marcia potrebbe infatti cadere sul parabrezza.

In estate non riusciamo a fare a meno del climatizzatore, ma questo strumento è ancora più importante in inverno. Se azionato in modo corretto, infatti, consente di evitare l’appannamento dei vetri.

Seguire la traiettoria

Mantenere i riflessi al massimo in condizioni difficili del manto stradale non è un aspetto da sottovalutare. È bene quindi innanzitutto verificare i movimenti delle vetture che ci precedono per capire in anticipo se l’asfalto presenti dei punti più rischiosi.

E non è finita qui. Se la neve è particolarmente abbondante sarebbe raccomandabile evitare di seguire le scie lasciate dagli altri veicoli, perché le ruote si troverebbero in un binario che ne limita i movimenti. A quel punto montare le catene è inevitabile, ma avendo l’accortezza di procedere almeno a passo d’uomo.

Come montare le catene da neve

Se la situazione richiede obbligatoriamente l’utilizzo delle catene da neve è bene non commettere errori in fase di montaggio. L’operazione può sembrare difficile per i meno esperti, ma con qualche accortezza in più e un po’ di pratica non si correranno rischi.

È innanzitutto necessario verificare che la misura acquistata corrisponda a quella richiesta dal modello di auto (ogni dubbio può essere risolto consultando il libretto di circolazione). L’inserimento deve avvenire sempre sulle ruote motrici (per la maggior parte delle auto piccole e medie sono quelle anteriori).

Dopo avere avuto cura di sciogliere gli eventuali nodi, si dovrà stendere la catena a terra per poi farla passare dietro la ruota e chiudere l’anello semirigido con l’aggancio rapido. Successivamente dovrà essere distribuita bene sulla superficie del battistrada, tirata sul lato esterno della ruota e infine fissata in modo che rimanga ben tesa.

Occhio, però, se la strada risulta pulita è bene smontare subito le catene. Se questo non accade, si rischia di danneggiare lo pneumatico e la strada.