Trump: “Obama mi ha spiato, scoperto”

Donald Trump attraverso il suo account Twitter ha risposto al veleno contro Barack Obama. "Ha spiato la mia campagna ed è stato scoperto".

Trump e il giudizio sulla Cina di Xi Jinping
Trump e il giudizio sulla Cina di Xi Jinping (foto repertorio)

Donald Trump attraverso il suo account Twitter ha risposto al veleno contro Barack Obama. “Ha spiato la mia campagna ed è stato scoperto”.

Le parole di Trump

“Perché non ha voluto dare il suo sostegno a Joe il lento fino a quanto tutto era finito, ed anche allora l’ho fatto in ritardo? Perché ha cercato di non farlo candidare?”, ha scritto, a caratteri cubitali.

Le parole di Obama

L’ex presidente Barack Obama si è rivolto agli americani a poco più di 3 mesi dal voto. “Chiedo di credere nelle vostre capacità, di abbracciare la vostra responsabilità di cittadini per assicurarvi che i principi fondamentali della nostra democrazia durino. Perché è questo ciò che è in gioco adesso, la nostra democrazia. Speravo, per il bene del nostro Paese, che Trump potesse mostrare un qualche interesse a prendere sul serio il lavoro, che potesse arrivare a sentire il peso dell’incarico, a scoprire un po’ di rispetto per la democrazia. Joe Biden è un fratello, un uomo che tratta tutte le persone con rispetto e dignità. Kamala Harris è un’amica. Insieme sono una coppia ideale. Potete dare un nuovo senso alla democrazia“, ha concluso.

Mascherina

Donald Trump era tornato sui suoi passi. La campagna del presidente Usa ha inviato infatti ai suoi sostenitori una mail invitando ad indossare le mascherine. “I patrioti indossano la mascherina. Non amo indossarl. So che c’è stata qualche confusione intorno all’uso, ma penso che sia qualcosa che tutti dobbiamo provare a fare quando non siamo in grado di mantenere la distanza sociale. “L’uso del mascherina potrebbe aiutarci a tornare al modo di vivere americano che molti di noi giustamente amavano prima di essere colpiti cosi’ terribilmente dal virus cinese. Il mio pensiero è che non abbiamo nulla da perdere e potenzialmente tutto da guadagnare, incluso il prossimo capitolo del nostro Paese, e tenere cose aperte, che siano le scuole o le attività economiche. Di recente ho twittato che molti considerano indossare una maschera un atto patriottico, e non c’è nessuno più patriota di me e voi“, ha concluso.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.